Growish, 400mila euro al fintech Made in Italy | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Finanziamenti

Growish, 400mila euro al fintech Made in Italy



La pmi innovativa che si occupa di pagamenti digitali di gruppo (collette online) ha chiuso un aumento di capitale sottoscritto dal Club degli Investitori e da Banca Sella Holding insieme ad altri investitori. Ora intende ampliare l’offerta con nuove soluzioni e raggiungere 15 milioni di euro di importi transati all’anno

di Redazione EconomyUp

22 Mag 2017


Claudio Cubito, co-founder di Growish
Nuovi finanziamenti per Growish. La pmi innovativa fintech (tecnologia applicata alla finanza) leader attiva nei pagamenti digitali di gruppo ha chiuso un aumento di capitale da 400.000 euro sottoscritto dal Club degli Investitori, il maggiore network regionale di business angel in Italia, e da Banca Sella Holding, al quale hanno partecipato anche i fondatori, gli investitori R301 Capital, venture firm tecnologica svizzera, e Antonino Pisana – che avevano investito 500.000 euro nel 2014 – e il business angel Lodovico Rosnati.

Questa operazione permetterà a Growish di rafforzare la sua posizione sul mercato italiano, ampliare l’offerta con nuove soluzioni fintech e-wallet based e di social marketing B2C e B2B2C (rivolte a consumatori e aziende) – via API o piattaforma SaaS – per pagamenti di gruppo e liste regalo con convergenza multicanale (sia online che nei punti vendita) per i settori travel, retail, e-commerce, banking, sharing economy, community e donation e puntare sull’internazionalizzazione.

COME È NATA GROWISH – È stata fondata nel 2014 da Claudio Cubito (CEO), Domingo Sarmiento Lupo (CTO) e Digital Magics, business incubator, che affianca la pmi innovativa con i propri servizi di accelerazione e incubazione per la crescita della società.

Growish, io startupper a 46 anni per i miei figli

COSA FA GROWISH – È leader in Italia nei pagamenti digitali di gruppo. È specializzata nell’offrire soluzioni fintech e di social marketing B2C e B2B2C – via API o piattaforma SaaS – per pagamenti di gruppo e liste regalo con convergenza multicanale per i settori travel, retail, e-commerce, banking, sharing economy, community e donation. Nel 2016 è stata finalista al CheBanca! Italian Fintech Award, ha vinto il premio come miglior startup fintech a ING Challenge e il secondo premio al Salone di Pagamenti. Con il marchio Growish.com offre il primo servizio in Italia per raccogliere denaro tra amici sul web tramite il metodo della “colletta” online: la Colletta digitale. Con ListaNozzeOnline.com offre uno strumento facile e sicuro per creare velocemente il proprio mini sito del matrimonio e la propria lista nozze online, inserendo prodotti, servizi, viaggi, donazioni anche per “finanziare” il proprio matrimonio e utilizzare il denaro raccolto in completa libertà. Ha fornito la propria tecnologia al gruppo LastMinute.com, ad oltre 1000 Agenzie di Viaggi del gruppo Uvet Travel Network e a Fantacalcio-online.it. Ad oggi ha transato circa 3 milioni di Euro da oltre 30.000 utenti, confermandosi uno dei leader del settore fintech italiano. Il team di Growish è formato da 7 professionisti: ai fondatori Claudio Cubito e Domingo Lupo Sarmiento si aggiungono Lorenzo Colombini, full stack developer, Gaia Riccardi, front-end developer, Caterina Pancotti, responsabile customer service e social media manager, Caterina Caldara, responsabile piattaforma e relazioni con agenzie di viaggi e Miriam Bastia, digital marketing strategist.

FINTECH MADE IN ITALY – Growish ha gestito transazioni di pagamento per più di 3 milioni di euro da oltre 30.000 utenti, confermandosi uno degli attori principali del settore fintech italiano e sta crescendo di 150% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, grazie ai brand Growish.com (collette online), ListaNozzeOnline.com (lista nozze online) e alle partnership con LastMinute.com (con regali di gruppo per voucher volo e vacanza), Uvet Travel Network (con un’innovativa piattaforma e-wallet based per la gestione delle lista nozze per oltre 1000 agenzie di viaggi) e FantaCalcio-online.it (con raccolta di gruppo delle quote per la cassa comune).

I COMMENTI

“Questo round di finanziamento è il coronamento del duro lavoro che abbiamo fatto nei primi tre anni di attività – dichiara Claudio Cubito, Fondatore e CEO di Growish – e ringraziamo il Club degli Investitori e Banca Sella che hanno creduto in noi. Il nostro obiettivo è raggiungere i 15 milioni di euro di importi transati annui entro i prossimi 12 mesi, per rafforzare la nostra leadership in Italia nei pagamenti digitali di gruppo. Vogliamo anche espandere all’estero la nostra expertise nell’offrire soluzioni fintech rivolte sia ai consumatori che alle aziende, per pagamenti di gruppo e lista regalo”.

“Siamo davvero molto soddisfatti di aver concluso questa operazione” – afferma Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club degli Investitori – Si tratta per noi del primo investimento in ambito fintech e siamo contenti di averlo fatto in un’azienda nata e cresciuta con il sostegno di Digital Magics, Banca Sella e con un team molto concreto e professionale”.

“Il principale driver dell’Open Banking è la sharing economy – ha dichiarato Pietro Sella, CEO del Gruppo Banca Sella – Tutti i modelli di business basati su un qualche tipo di crowd contribution (dal crowdfunding al B2B2C fino alla digitalizzazione della supply chain) richiedono un nuovo modo di connettersi ai servizi finanziari e bancari. C’è necessità di connessioni di tipo molti-a-molti e di nuovi tipi di pagamenti. Anche per questi motivi, come Banca Sella Holding, abbiamo voluto partecipare all’aumento di capitale di Growish”. 

“L’ingresso di investitori così importanti nella nostra partecipata conferma l’ottimo percorso di crescita di Growish, grazie alle partnership e ai programmi di ‘Open Innovation’ in corso con il Gruppo Uvet e Banca Sella” – commenta Gabriele Ronchini, Fondatore e Amministratore Delegato di Digital Magics per il Portfolio Development – “Quasi il 10% delle startup del nostro portfolio opera nel settore fintech, su cui crediamo molto perché sta rivoluzionando l’economia mondiale e le abitudini degli utenti”.

Redazione EconomyUp