Giovani e imprenditoria, arriva in Italia JA StartUp Program | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

opportunità

Giovani e imprenditoria, arriva in Italia JA StartUp Program

11 Mar 2016

Attivo da anni in Europa, grazie al sostegno di ManpowerGroup e Invitalia, arriva anche nel nostro Paese il programma europeo di Junior Achievement che aiuta i giovani tra i 19 e i 30 anni ad avviare una loro impresa durante gli studi universitari

“Un passo concreto verso il futuro professionale: così si aiutano i giovani a passare dall’idea all’azione, sfruttando le conoscenze e le competenze apprese durante il percorso di studi”. Così Stefano Scabbio, Presidente per l’Area Mediterranea e l’Europa Orientale di ManpowerGroup, presenta JA Start Up Program, il programma europeo di Junior Achievement che, grazie a ManpowerGroup e Invitalia, arriva anche in Italia, per aiutare aiuta i giovani tra i 19 e i 30 anni ad avviare una loro impresa durante gli studi universitari.

Già attivo da ormai un decennio in Europa, “JA Start Up Program” si rivolge ogni anno a più di 14 mila studenti universitari che sviluppano oltre 2.000 idee d’impresa interessanti e sostenibili. Questa esperienza si rivela efficace per guidare e accelerare lo sviluppo di un piano di business e raccogliere preziosi feedback per la sua validazione. L’affiancamento di ogni team con esperti d’azienda volontari e il confronto con imprenditori e investitori nel corso di competizioni di carattere locale, nazionale ed europeo, rappresenta, infatti, un test importante per valutare il possibile lancio di una vera e propria impresa.

 “JA Start Up Program consente di mettere a sistema l’azione e le risorse di numerosi soggetti: le energie e le idee originali dei giovani vengono arricchite dalla conoscenza tecnica e dai modelli economici trasmessi dalle università e validate dall’esperienza sul campo di aziende e imprenditori – dichiara Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia. Il potenziale è elevato e consente di creare una cultura diffusa dell’imprenditorialità, dove le università affermano il proprio ruolo di catalizzatori dell’innovazione”. 

Grazie alla partnership con ManpowerGroup –  che ha messo a disposizione del progetto Start Up Program la propria rete di relazioni da anni consolidate con le più prestigiose Università italiane e la expertise nello sviluppo delle soft skills degli studenti partecipanti all’iniziativa – nell’anno accademico 2015/2016, “JA Start Up Program” ha visto l’adesione di 15 università: Università degli Studi della Tuscia, Università degli Studi di Siena, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Catania, LUMSA di Roma, Università Mediterranea di Reggio Calabria, Università Ca’ Foscari di Venezia, LUISS Guido Carli di Roma, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Università degli Studi di Parma, Politecnico di Bari, Università Cattolica di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, CYFE dell’Università di Bergamo, Link Campus University.

I finalisti di ogni università si sfideranno a Milano il 23 e 24 giugno prossimi, quando verrà scelta la migliore “Start Up JA” italiana che volerà a Bucarest per la finale europea.

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati