Energia, Enel e Peekaboo insieme a caccia di startup | Economyup

Il bando

Energia, Enel e Peekaboo insieme a caccia di startup



La community di innovatori sta selezionando per conto della società energetica le realtà innovative che potranno prendere parte, a partire dal secondo semestre 2017, a due mesi di challenge aziendali, con conseguente Pitch Day e possibilità di future partnership. Settori d’interesse: IoT, smart home, storage energetico, veicoli elettrici

di Redazione EconomyUp

05 Giu 2017


Sono aperte le candidature per le giovani realtà imprenditoriali innovative che puntano a collaborare con EnelPeekaboo, associazione di innovatori nata per creare startup di successo, sta organizzando in questi giorni una speciale edizione del suo Lean Startup Program, programma che organizza ogni anno, stavolta specificamente dedicato all’innovazione aziendale in Enel, che partirà nel secondo semestre del 2017. Intanto è stato dato il via alle selezioni dei partecipanti, tenute dallo stesso team di Peekabooqui sono disponibili tutte le informazioni per la candidatura.

COME FUNZIONA IL LEAN STARTUP PROGRAM DI PEEKABOO PER ENEL – In due mesi di lezione, i partecipanti dovranno confrontarsi con una serie di challenge aziendali proposti da Enel applicando la metodologia Lean Startup per sviluppare soluzioni innovative in settori come l’IoT, lo smart home, lo storage energetico e i veicoli elettrici. Al termine delle 8 settimane di formazione è previsto un Pitch Day in cui le startup presenteranno le loro idee. Alla fine del Lean Startup Program, Enel potrà continuare a collaborare con i partecipanti, realizzando partnership strategiche con le startup fondate o valutando l’inserimento dei talenti in percorsi di crescita interni all’azienda.

“Essere scelti da Enel per il loro Lean Startup Program è, al tempo stesso, una grande opportunità e un grande riconoscimento: si tratta di un progetto strategico molto importante per la nostra community, che offre percorsi di alta formazione dal taglio molto pratico, permettendo ai futuri startupper di validare molto velocemente le loro idee e di imparare da ogni errore grazie a mentor e advisor di primo piano nella scena digital italiana”: queste le parole di Paolo NapolitanoCEO di Peekaboo, che insieme con il suo team si prepara a formare i partecipanti di questa speciale edizione del Lean Startup Program. “In soli due anni di vita, Peekaboo è cresciuta moltissimo, e dal nostro programma sono uscite realtà come DisgainSeedpixChiruQwish e Bill” continua Napolitano.Siamo felici e orgogliosi di affrontare questa nuova sfida al fianco di un’azienda dell’importanza di Enel”.

WHITEPAPER
Cosa vuol dire investire in startup? 10 cosa da sapere
Startup

LA DISNEYLAND DEGLI INNOVATORI – Peekaboo è una community di innovatori che collaborano per creare startup di successo, un luogo in cui founders, manager e appassionati di innovazione possano crescere, confrontarsi e creare nuove sinergie per realizzare le proprie idee. E’ nata dall’idea di Paolo Napolitano, laureato in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Roma TorVergata, CEO di Peekaboo, insegnante all’Università di Tor Vergata, Elis e Ordine degli Ingegneri e Member Board di Roma Startup, e Federico BelliCMO di Peekaboo, laureato in Intermediazione Finanziaria presso l’Università di Roma TorVergata e founder di Weasy Web. Dallo scorso anno è stata scelta da Enel come partner ufficiale per la formazione aziendale. Nata ufficialmente all’inizio del 2015 all’interno del Campus universitario di Roma TorVergata, Peekaboo prende il nome dalla giocosa espressione inglese che in italiano traduciamo come “bubusettete”: perché i valori stessi di Peekaboo richiamano la creatività e la sorpresa dei bambini, in un’atmosfera di continua scoperta e innovazione. La stessa atmosfera che si respira tra i componenti della community di Peekaboo, che mira- già dal nome- a differenziarsi da “lab”, “farm” e analoghe organizzazioni con nomi di questo tipo, che evocano laboratori scientifici, fabbriche industriali e persone all’interno di un processo produttivo. Peekaboo intende invece proporsi come “la Disneyland degli startupper”: un luogo dove developer, marketer, designer, growth hacker e appassionati di innovazione possano collaborare per realizzare le loro idee e dare vita alla loro startup.

LEAN STARTUP PROGRAM –  Peekaboo organizza ogni anno il Lean Startup Program, un corso intensivo di 13 lezioni dal taglio molto pratico, tenute dai migliori mentor del panorama digital italiano e sotto la supervisione di advisor come Claudio Rossi, founder e vicepresidente di NeoMobile, e Gianluca Granero, founder di Pi Campus e Memopal. In solo due edizioni, il Lean Startup Program ha ospitato 180 startupper, 10 mentor e 30 advisor, riuscendo a lanciare sul mercato ben 20 startup, tra cui Seedpix, Chiru, Disgain, I Bill e Qwish, nate e cresciute in un contesto che antepone sempre la sostanza alla forma e persegue un solo obiettivo: quello di mostrare a giovani menti, studenti, neolaureati e professionisti la via dell’imprenditorialità innovativa.

RICONOSCIMENTI E PASSI FUTURI- A conferma del carattere fortemente innovativo del lavoro svolto, nel 2016 Peekaboo è stata scelta da Enel per realizzare l’Enel Lean Startup Program, un programma di innovazione rivolto ai propri dipendenti, che ha preso il via lo scorso 18 gennaio per proseguire fino a fine aprile; è stata inoltre di recente inclusa dall’AIFI– Associazione Italiana Provate Equity e Venture Capital- tra i principali centri di innovazione in Italia. Attiva su Roma, la Open Innovation Community Peekaboo è pronta a conquistare Milano nel 2018 e successivamente la scena internazionale, con un’edizione del Lean Startup Program a Londra l’anno successivo.

Redazione EconomyUp