Beintoo lancia uno spinoff in America | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Startup

Beintoo lancia uno spinoff in America

19 Feb 2016

La società di mobile e proximity marketing italiana ha lanciato una nuova azienda di business intelligence per il mercato degli Stati Uniti. Si chiama Cuebiq e consente alle aziende di comprendere il comportamento e le intenzioni di acquisto dei consumatori offline. CEO della nuova società è Antonio Tomarchio, già chief executive officer di Beintoo

Beintoo, società di mobile e proximity marketing italiana, ha lanciato una nuova azienda di business intelligence, Cuebiq, spinoff della casa madre per il mercato degli Stati Uniti con sede a New York; CEO della nuova società è stato nominato Antonio Tomarchio, già CEO di Beintoo. Cuebiq consente alle aziende di comprendere il comportamento e le intenzioni di acquisto dei consumatori offline e, sottolinea Tomarchio, “rappresenta il futuro della business intelligence. Attraverso i nostri dati, consentiamo alle aziende di qualsiasi dimensione di ottenere informazioni senza precedenti sui comportamenti e i trend dei consumatori nella vita reale. E utilizzando la nostra leadership globale nei dati geo-comportamentali, con il lancio di Cuebiq diamo al mercato un nuovo modo di pensare alle capacità della business intelligence”.

Insomma, Antonio Tomarchio prova a fare bis e a replicare il successo di Beintoo in America. Fondata nel 2011, Beintoo fa campagne di proximity marketing per generare traffico online e convogliarlo verso i punti vendita. Ha uffici a Milano, Roma, Shanghai e Londra. Nel 2014 ha avuto ricavi per 2,9 milioni di euro e ha chiuso il 2015 con quasi 6 milioni di euro.

Lo spinoff americano di Beintoo ha presentato, in contemporanea al lancio della società, VisitQ, strumento di analisi della clientela che consente di accedere ai dati delle campagne in corso in modo interattivo e dinamico: il quadro riassuntivo di ogni singolo cliente presenta informazioni, sommari e raccomandazioni per l’ottimizzazione della campagna compresi conteggi, analisi, heatmaps e informazioni ge-comportamentali sull’utenza.

Cuebiq offre però un ampio ventaglio di prodotti per consentire alle aziende un accesso olistico al geo-comportamento dei consumatori: ad esempio AudienceQ, che raccoglie smart data dagli utenti per creare una segmentazione dell’audience, mentre InsightQ genera dati analitici e informazioni sul comportamento dei consumatori nella vita reale e sulle loro intenzioni di acquisto raccogliendo dati su posizione, frequenza e tempo di presenza dei loro smartphone nei punti di interesse selezionati.

I prodotti Cuebiq, progettati per ricerche di mercato e servizi finanziari, vengono utilizzati anche nel settore dell’advertising da aziende quali Tremor Video, Tapad e LiveRamp.

 

Concetta Desando
Giornalista

Due menzioni speciali al premio di giornalismo M.G. Cutuli, vincitrice del Premio Giuseppe Sciacca 2009, collaboro con testate nazionali. Per EconomyUp mi occupo di startup, innovazione digitale, social network

Articoli correlati