Banzai, ricavi in crescita a quota 49,7 milioni | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Banzai, ricavi in crescita a quota 49,7 milioni

di Redazione EconomyUp

15 Mag 2015

Salgono del 20% nel primo trimestre 2015 rispetto al 2014, trainati dal trend positivo di e-commerce e Vertical Content. Il presidente e Ad Paolo Ainio: “Confermata la strategia annunciata con il debutto in Borsa, ora puntiamo su sviluppo prodotti, rete distributiva e nuovi siti”

Paolo Ainio, presidente e Ad di Banzai
Crescita dei ricavi del 20% nel primo trimestre 2015 rispetto allo stesso periodo 2014 (la quota raggiunta è 49,7 milioni di euro), aumento dei ricavi da e-commerce al 21%, incremento anche dei ricavi Vertical Content (+12%), stima di un aumento del 25% dei ricavi totai entro fine anno: sono alcuni dei principali elementi emersi dal Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2015 approvato dal Consiglio di Amministrazione di Banzai, la prima piattaforma nazionale di e-commerce e tra i principali editori digitali in Italia, quotato sul segmento Star di Borsa Italiana.

Riassumendo i ricavi hanno segnato un +20% (rispetto al +12% di crescita registrato a gennaio- marzo 2014 rispetto allo stesso trimestre 2013), attestandosi a 49,7 milioni di euro rispetto ai 41,3 dello stesso periodo del 2014. Il fatturato dell’e-commerce è cresciuto del 21%, arrivano a toccare quota 44,7 milioni di euro rispetto ai 36,8 del primo trimestre 2014. I ricavi generati dai vertical content, infine, hanno segnato un +12%, a 5 milioni di euro rispetto ai 4,5 milioni dello stesso periodo del 2014. Quanto alle previsioni per la fine dell’anno, rimangono in linea con il consensus, con i ricavi previsti in crescita del 25%.

Paolo Ainio, presidente e amministratore delegato di Banzai, ha commentato: “I positivi risultati del primo trimestre 2015, e in particolare la crescita del 30% registrata nel mese di marzo, dimostrano l’efficacia della strategia di crescita annunciata in IPO. Nel 2015 le risorse derivanti dalla quotazione consentiranno di accelerare il processo di crescita e il raggiungimento degli obiettivi strategici: in particolare prevediamo di sovraperformare significativamente il mercato e di incrementare la quota di mercato sia nell’e-commerce che nel digital advertising. Relativamente all’e-commerce puntiamo sullo sviluppo delle categorie di prodotti di riferimento a più alto “ticket” medio (elettrodomestici ed elettronica), del “3P Marketplace” (con il raggiungimento di 200 fornitori già nel secondo trimestre) e della rete distributiva di Pick & Pay e Lockers. Nell’ambito delle vendite private – ha proseguito Ainio – al lancio di Vico42,  il sito di e-commerce dedicato all’uomo, seguirà nel secondo trimestre il nuovo “verticale” dedicato alla Mamma. In questo contesto, riteniamo che i risultati per il FY 2015 saranno in linea con il consensus che prevede ricavi in crescita di circa il 25%”.

Principali risultati consolidati al 31 marzo 2015

I ricavi si attestano a 49,7 milioni di euro, +20% rispetto a 41,3 milioni di euro nel 1Q14. Con ricavi pari a 44,7 milioni di euro in crescita del 21%, la divisione e-commerce rappresenta il principale driver di crescita del Gruppo; la divisione Vertical Content, con ricavi pari a 5,0 milioni di euro, ha registrato
una crescita del 12%; il Gruppo ha sovra-performato nel contesto nazionale dell’e-commerce e del digital advertising e incrementato la propria quota di mercato. e-commerce .

La divisione e-commerce ha registrato un incremento del 26% nelle categorie core (Elettronica, Elettrodomestici, Abbigliamento / altro). In particolare i ricavi della categoria “Elettronica”, pari a 19,9 milioni di euro, registrano un incremento del 18%, mentre i ricavi della categoria “Elettrodomestici”, pari a 9,3 milioni di euro, rilevano una crescita del 76% attribuibile all’ampliamento della gamma di prodotti offerti e allo sviluppo dei servizi “premium” di consegna, installazione e ritiro dell’usato, oltre allo sviluppo della rete di Pick&Pay e Lockers, che al 31 marzo 2015 sono pari rispettivamente a n. 70 e n. 100 (n. 66 e n. 90 al 31 dicembre 2014). In miglioramento anche i Key Performance Indicator della divisione: il numero complessivo di ordini si attesta a 333 migliaia, in crescita del 19% rispetto al 1Q14; il valore medio del singolo ordine (AOV) è pari a 128 euro, in crescita del 3%; il numero degli acquirenti è pari a 220 migliaia, in crescita del 19%.

Anche la divisione Vertical Content ha registrato un miglioramento dei Key Performance Indicator: secondo Audiweb, a febbraio 2015 l’audience dei visitatori unici mensili si attesta a 18,3 milioni, in crescita del 6% rispetto al febbraio 2014; il Time Spent per visitatore unico mensile è pari a 27 minuti, in crescita del 29% rispetto al febbraio 2014, l’Active Reach si attesta al 64,5% (59,0% a febbraio 2014). (L.M.)

Redazione EconomyUp

Articoli correlati