Assiteca Crowd lancia un contest per protagonisti dell'innovazione | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La gara

Assiteca Crowd lancia un contest per protagonisti dell’innovazione

16 Nov 2015

Altri argomenti

Startup e Pmi vincitrici del concorso indetto dalla piattaforma web saranno presentate a un panel di imprenditori e potranno usufruire di un percorso sulle opportunità offerte dall’innovativa modalità di raccolta fondi online. Le iscrizioni scadono il 4 dicembre

Startup e piccole e medie imprese innovative italiane hanno l’occasione di conquistarsi una “vetrina” per farsi conoscere dagli investitori grazie a un contest promosso dalla piattaforma di equity crowdfunding Assiteca Crowd.

La gara si chiama “Assiteca Crowd Startup Showcase – Protagonisti dell’Innovazione” ed è appunto organizzata dalla società con sede a Milano che figura tra quelle autorizzata da Consob a svolgere, attraverso la propria piattaforma web, attività di equity crowdfunding, innovativa modalità di raccolta di pubblico risparmio introdotta in Italia per legge oltre due anni fa a favore delle startup innovative. In pratica l’equity crowdfunding consente l’erogazione di finanziamenti online in cambio di quote societarie della company che ha lanciato la richiesta.

La campagna di iscrizione al contest è partita qualche giorno fa e terminerà entro e non oltre le ore 12 del il 4 dicembre. “L’iniziativa – spiega Tommaso D’Onofrio, amministratore delegato di Assiteca Crowd – nasce con lo scopo di divulgare la cultura dell’equity crowdfunding offrendo contestualmente una vetrina importante ai migliori progetti imprenditoriali in ambito innovativo del nostro Paese”. Tutte le imprese interessate potranno iscriversi al contest  seguendo le istruzioni riportate sul portale di Assiteca Crowd.

Il comitato tecnico selezionerà i progetti da ammettere alle votazioni online. Del comitato fanno parte Alessandro Falciai, numero 1 di Mondo Marine e Cantieri di Pisa, socio e consigliere di amministrazione del Gruppo Mps, Luciano Lucca, fondatore e Ad di Assiteca Roberto Russo, socio e Ad di Assiteca Sim. Il voto sul web inizierà il 5 dicembre per completarsi il 20 dicembre 2015. I tre progetti che avranno ottenuto il maggior numero di voti, unitamente ad altri due selezionati dal comitato tecnico di Assiteca Crowd sulla base di parametri indicati all’interno del regolamento, saranno presentati a un panel di imprenditori di successo. L’incontro finale, in programma a gennaio 2016 a Milano, sarà trasmesso via web. 

Al termine del contest, l’impresa selezionata potrà usufruire gratuitamente di un percorso di accompagnamento finalizzato a cogliere le grandi opportunità offerte dall’equity crowdfunding nel nostro Paese. Le imprese interessate sono invitate a prendere visione del regolamento sul portale di Assiteca Crowd.

Assiteca Crowd ha consentito finora a due startup di chiudere la raccolta fondi sulla propria piattaforma. La prima è stata Paulownia, società creata da esperti di energie rinnovabili, biomasse e tutela ambientale con base a Trapani, che è riuscita a raccogliere a raccogliere 520mila per il Paulownia Social Project. Il progetto consiste nello sviluppare piantagioni di alberi a rapido accrescimento, attività conosciuta anche come SFR – Short Rotation Forestry, al fine di destinare la materia prima ottenuta alla filiera nazione ed internazionale del legno. Tra le specie arboree disponibili, è stata scelta la paulownia, in considerazione delle sua capacità di crescita, la più rapida al mondo.

Raccolta chiusa a 408mila euro per Shin Software, che nasce dall’idea di portare la potenza espressiva, comunicativa ed emozionale della grafica 3D interattiva di ultima generazione, tipica del mondo dei videogames, nel mondo del business. La società ha realizzato una piattaforma informatica, SHOWin3D, che consente di convertire i file Cad (indispensabili per la produzione di qualsiasi oggetto) in rendering 3D interattivi, visualizzabili da chiunque in modo assolutamente intuitivo e senza alcuna conoscenza o capacità informatica, tramite i principali browser su computer, tablet o smartphone. (L.M.)

Altri argomenti

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale

Articoli correlati