Tannico alla conquista dell'Europa con una joint venture tra Campari e LVMH - Economyup

E-COMMERCE

Tannico alla conquista dell’Europa con una joint venture tra Campari e LVMH



Tannico confluisce in una joint venture tra Campari e Moët Hennessy, la Divisione Vini e Liquori di LVMH. La nuova società parte con una valutazione di 51 milioni e sarà guidata da Marco Magnocavallo. Il suo obiettivo: creare un leader europeo nel mercato digitale wine & spirits di fascia alta

12 Lug 2021


Marco Magnocavallo, founder di Tannico, acquisita al 49% da Campari

Se Yoox è approdata in Richemont, Tannico marcia verso un altro grande player europeo del lusso, la francese LVMH. La scaleup italiana fondata nel 2013 da Marco Magnocavallo e acquisita nel giugno 2020 da Campari (il 49% ma con opzione per il 100% entro il 2025) confluisce infatti in una nuova joint venture 50/50 costituita da Moët Hennessy e Campari Group per costruire un player europeo nell’e-commerce di Wine&Spirit. Moët Hennessy è la Divisione Vini e Liquori di LVMH e raggruppa venticinque Maison, tra cui i brand più prestigiosi della Champagne (da Dom Perignon a Krug).

Tannico confluisce in una joint venture fra Campari e Moët Hennessy

La JV parte con una valutazione di 51,2 milioni, visto che il 50% del capitale della nuova società sarà venduto da Campari Group a Moët Hennessy per un corrispettivo in contanti di €25,6 milioni, ovviamente dopo le consuete autorizzazioni.

Il mercato digitale si sta consolidando e ancora una volta si conferma globale, almeno a livello continentale. E quando si entra in questa dimensione non ci sono player italiani in grado di fare da soli. che cosa prevede la partnership? Campari Group conferirà alla JV la propria partecipazione in Tannico che, a sua volta, controlla una quota di maggioranza in Ventealapropriete.com, un’importante piattaforma di e-commerce per la vendita di vini e liquori premium in Francia, acquisita lo scorso maggio. Tannico e Ventealapropriete.com sono caratterizzati da complementarità a livello di modelli di business, presenza geografica e competenze tecnologiche, di marketing e logistiche. A livello aggregato le due società hanno generato vendite pro-forma per oltre €70 milioni nel 2020.

VIDEO – Marco Magnocavallo racconta la svolta con Campari

La creazione di un player paneuropeo nell’e-commerce wine & spirits

Marco Magnocavallo, founder e CEO di Tannico, e ancora azionista di minoranza, passa alla guida del nuovo business: la  joint venture tra Campari e Moët Hennessy ja come obiettivo la costruzione di un player di e-commerce paneuropeo di fascia alta. “Con il supporto congiunto di Moët Hennessy e Campari Group, Tannico avrà la potenza di fuoco per consolidare il frammentato settore dell’e-commerce europeo”, spiega Magnocavallo. “Potremo costituire un canale di accesso al mercato rilevante e integrato in grado di soddisfare le esigenze di tutti i suoi fornitori di vini e spirit

“Questa partnership è un significativo passo avanti nella nostra strategia di e-commerce. Mentre l’e-commerce era già un canale in crescita per vini e liquori, la pandemia globale ha innescato un’accelerazione significativa. Siamo quindi lieti di collaborare con Campari Group e Tannico per creare player paneuropeo premium nel canale e-commerce di wine&spirit”. – Philippe Schaus, President & CEO, Moët Hennessy

“Siamo molto lieti di collaborare con Moët Hennessy per diventare un player paneuropeo premium nel canale e-commerce di wine&spirit attraverso Tannico. Dopo il completamento del primo passo trasformativo di Tannico con l’acquisizione di Ventealapropriete.com, grazie a questo accordo la nuova partnership mira a continuare a crescere, rafforzando ulteriormente la propria presenza e competenza nella vendita al dettaglio online di spirit&wine”. – Bob Kunze-Concewitz, CEO Campari Group