RETAIL 4.0

Intelligenza artificiale e pricing: come funziona il sistema di Apulia Distribuzione per l’ottimizzazione dei prezzi



La soluzione Base Price Optimization, fornita da Revionics, consente di semplificare e automatizzare decisioni di pricing che hanno un impatto su sedi, prodotti e formati. Così Apulia punta a migliorare la percezione dei prezzi da parte dei consumatori, aumentare la quota di mercato e affrontare meglio la competizione

di Pierluigi Sandonnini

Pubblicato il 09 Gen 2023


Apulia e il pricing con l'intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale (AI) è il migliore alleato nelle strategie di pricing delle aziende, grazie al potere combinatorio di dati e algoritmi per ottenere previsioni e analisi estremamente accurate. Apulia Distribuzione, grossista e rivenditore di generi alimentari, ha deciso di adottare uno strumento di pricing basato su AI in oltre 200 sedi Carrefour situate nel Sud Italia.

La soluzione adottata da Apulia Distribuzione è stata fornita da Revionics, azienda del gruppo Aptos che ha come specializzazione proprio la gestione dei prezzi, delle promozioni, dei ribassi e di analisi avanzata nel retail. Apulia implementerà la soluzione di ottimizzazione dei prezzi di Revionics per poter prendere decisioni che consentano di ottenere risultati finanziari più solidi e soddisfare meglio le richieste della clientela.

Chi è Apulia, cosa fa e dove opera

Apulia nasce nel 2001 ad opera dei fratelli Antonio e Massimo Sgaramella, già attivi dagli anni Ottanta nel commercio all’ingrosso. Attualmente collabora con importanti marchi del settore wholesale. Negli ultimi anni ha ampliato in modo significativo la propria rete di vendita al dettaglio: nel 2004 acquisendo i diritti di master franchising dal Gruppo Auchan e assumendo la gestione dei marchi Simply, Ipersimply, Puntosimply e Puntorisparmio. Nel 2020 nasce la collaborazione (sempre grazie a un contratto di master franchising) con Carrefour Italia per le sedi Carrefour nel Sud Italia. In particolare, Apulia possiede e gestisce oggi i punti vendita a marchio Carrefour nelle regioni Puglia, Campania, Calabria, Basilicata e Sicilia.

WHITEPAPER
AZIENDA RETAIL: ecco i 15 motivi per cui hai bisogno dell'Intelligenza Artificiale!
Intelligenza Artificiale
Retail

“Sotto l’insegna Carrefour, gestiamo ipermercati Carrefour e supermercati Carrefour Market e Carrefour Express”, dichiara Massimo Loporchio, CIO di Apulia Distribuzione, in un comunicato stampa. “La varietà di formati e il continuo ampliamento dell’assortimento e della presenza geografica hanno reso significativamente più complesso il nostro business. Per rispondere efficacemente a questo processo di crescita, avevamo quindi bisogno di modernizzare il nostro approccio alla gestione dei prezzi”.

Il Gruppo Carrefour è il primo distributore in Europa e il secondo nel mondo. In Italia opera con più di mille punti vendita suddivisi in Ipermercati Carrefour, Supermercati Carrefour Market, punti vendita di prossimità Carrefour Express.

Immagine che contiene testo, esterni, segnale Descrizione generata automaticamente

I format commerciali di Apulia

Uno dei principali punti di forza di Apulia sono i prodotti freschi, che rivestono un ruolo fondamentale nelle abitudini alimentari degli italiani.

Ma Apulia è anche un incubatore di brand, come i format commerciali La Bottega Rossotono e Rossotono Super Gourmet, un’offerta di prodotti di alto livello, nati come corner di supermercato e diventati oggi brand indipendenti.

Base Price Optimization: la soluzione adottata da Apulia Distribuzione

La soluzione basata su intelligenza artificiale fornita da Revionics ad Apulia si chiama Base Price Optimization e consente di semplificare e automatizzare decisioni di pricing che impattano su sedi, prodotti e formati. Attraverso questo strumento AI, Apulia punta a migliorare la percezione dei prezzi da parte dei consumatori, aumentare la quota di mercato e affrontare con maggiore sicurezza la competizione sui prezzi. Base Price Optimization si basa su solide analisi e modelli avanzati di intelligenza artificiale e fornisce ai retailer indicazioni trasparenti sui prezzi da adottare per ottenere i migliori risultati. Le soluzioni di Revionics sono basate su cloud e utilizzate dai retailer in svariati settori: alimentare, discount, farmaceutico, largo consumo, articoli sportivi, articoli generici, hardware e retail specializzati.

“Adottare le tecnologie più innovative, con l’obiettivo di soddisfare i nostri clienti e migliorare le prestazioni aziendali, rappresenta una parte essenziale della nostra strategia”, aggiunge Loporchio.

Dal canto suo, Scott Zucker, General Manager di Revionics, fa notare: “L’industria del retail è in rapida evoluzione e molteplici fattori, come l’inflazione, hanno contribuito ulteriormente ad aumentare la necessità di essere agili e reattivi alle condizioni di mercato”.

Zucker indica come Apulia potrà utilizzare la soluzione Base Price Optimization: “Con la piattaforma di pricing intelligente di Revionics, Apulia potrà ottenere indicazioni chiare sul percorso da seguire per migliorare la propria posizione competitiva, aumentare la fedeltà dei clienti e porre le basi per una crescita più redditizia nei diversi mercati in cui opera”.

Come funziona l’ottimizzazione dei prezzi basata sull’AI

La gestione ottimizzata dei prezzi elimina la complessità e l’errore umano. Il motore AI adottato da Apulia è in grado di semplificare e centralizzare i processi andando oltre i normali fogli di calcolo. Infatti, può aumentare l’efficienza con la conformità automatizzata dei prezzi, identifica le variazioni di prezzo più incisive, le raccomandazioni sui prezzi basate sui trigger integrali come i margini, le variazioni dei costi, i nuovi articoli e le variazioni dei prezzi della concorrenza. I modelli avanzati di intelligenza artificiale prevedono con precisione i cambiamenti della domanda e consigliano prezzi ottimali specifici per i parametri inseriti.

La gestione dei prezzi, così effettuata, viene definita “intelligente” e sfrutta i consigli sui prezzi su misura per obiettivi finanziari, come vendite, profitti, margini o rotazione dell’inventario. I prezzi sono ottimizzati a tutti i livelli: prodotto, gruppi, zone, categorie KVI e ogni combinazione intermedia. Il modello AI ad autoapprendimento fornisce consigli sui prezzi personalizzati in base ai comportamenti e ai modelli di acquisto dei clienti. È possibile la simulazione dello scenario di prezzo per risposte “what if” e “why not”. Il sistema, infine, comprende un reporting affidabile con approfondimenti sull’impatto e sul valore generato dalla variazione dei prezzi.

 

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Pierluigi Sandonnini

Ho una formazione ibrida, tecnologica e umanistica. Nuove tecnologie I&CT e trasformazione digitale sono i miei principali campi di interesse. Ho iniziato a lavorare nella carta stampata, mi sono fatto…