Interoperabilità: dal 2021 Telepass SAT per mezzi pesanti anche in Svizzera | Economyup

SMART TRUCK

Interoperabilità: dal 2021 Telepass SAT per mezzi pesanti anche in Svizzera



Con l’implementazione in Svizzera a partire dal 14 gennaio, il servizio Telepass SAT per i mezzi pesanti è attivo in 13 Paesi europei. Altri se ne aggiungeranno nei prossimi mesi. Obiettivo: rendere più agevole il pagamento del pedaggio per i camion che devono varcare i confini statali

22 Dic 2020


Telepass SAT

Dal 2021 un camion con a bordo l’apparato Telepass SAT potrà viaggiare liberamente anche in Svizzera, senza doversi preoccupare di convenzioni diverse o del montaggio di altri, differenti apparati. Telepass arriva infatti nella nazione elvetica, portando a 13 i Paesi europei coperti dal proprio servizio di telepedaggio dedicato ai mezzi pesanti. 

Già attivo in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo, Polonia (tratto Cracovia-Katowice dell’autostrada A4), Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia e Ungheria, il dispositivo interoperabile Telepass SAT potrà essere, infatti, utilizzato per il pagamento del pedaggio dei mezzi pesanti superiori a 3,5 tonnellate su 83.274 km della rete stradale svizzera (sia strade pubbliche, nazionali, cantonali che autostrade) a partire dal 14 gennaio 2021.

Telepedaggi e interoperabilità

Il servizio di telepedaggio SAT per i mezzi pesanti è basato sull’interoperabilità, concetto che indica la capacità di un sistema o di un prodotto informatico di cooperare e scambiare informazioni o servizi con altri sistemi o prodotti senza alcuna restrizione per l’accesso o le implementazioni, in maniera completa e priva di errori, con affidabilità e ottimizzazione delle risorse. L’interoperabilità è particolarmente rilevante per gli automezzi pesanti, che spesso varcano i confini dello Stato da cui provengono per trasportare altrove qualsiasi tipo di merce.

Ogni Paese che riscuote un pedaggio all’interno dell’Unione Europea possiede uno specifico sistema per il pagamento dei pedaggi. Questo significa che, per i viaggi internazionali, gli autisti di mezzi pesanti sono obbligati ad avere nel proprio veicolo una certa quantità di apparati di bordo distribuiti dal provider locale. Una situazione che porta inevitabilmente a costi extra e ad una gestione amministrativa complessa. L’interoperabilità dei servizi di pedaggio consente invece di pagare facilmente in tutta Europa con un unico contratto di pedaggio ed un unico apparato di bordo.

È quello che garantisce Telepass SAT, l’apparato satellitare che coniuga una tecnologia RFID a micro onde chiamata DSRC (Dedicated short-range communications) con quella satellitare GNSS (Global navigation satellite system). Nel caso di uso della localizzazione satellitare non sono mai previste sbarre e il passaggio dei veicoli è libero: il pagamento avviene attraverso una box satellitare che, sulla base del tragitto effettuato, identifica l’importo del pedaggio.

Telepass SAT: verso l’espansione in tutta Europa

“Con il dispositivo SAT oggi Telepass è in grado di offrire indiscutibilmente il miglior servizio di pagamento elettronico del pedaggio in Europa nel segmento dei mezzi pesanti sia in termini di qualità offerta che copertura geografica; il nostro obiettivo nei prossimi mesi sarà elevare ancora di più i nostri standard ed estendere la nostra presenza all’intera area dell’Unione Europea” ha dichiarato Francesco Maria Cenci, Head of Toll Unit di Telepass.

Con questo ulteriore passo Telepass riprende la sua crescita a livello internazionale, dopo l’approdo in Germania e nei Paesi Scandinavi nel corso del 2019, e in Ungheria nel 2020, raggiungendo un totale di oltre 188.200 km gestiti e contribuendo alla semplificazione della mobilità all’interno della rete stradale europea.

Offrendo un unico dispositivo per il pagamento in 13 Paesi, Telepass si conferma market leader in Europa nell’ambito dei servizi di telepedaggio, con il 35% di market share e più di 10 milioni di dispositivi distribuiti. 

Telepass, un ecosistema di servizi per la mobilità

L’interoperabilità nei servizi di telepedaggio è solo una delle numerose attività del Gruppo Telepass, nato nel 2017 con l’obiettivo di creare un sistema integrato di servizi per la mobilità in ambito urbano ed extraurbano. Oggi Telepass è un ecosistema che offre a privati e aziende un numero sempre maggiore di opzioni, fruibili anche in modalità digitale principalmente grazie all’app Telepass Pay: dal pagamento del carburante a quello del biglietto del treno, dal noleggio di un monopattino alla sottoscrizione di una polizza assicurativa.  Alla base c’è la costante ricerca di soluzioni innovative per consentire a cittadini e imprese di muoversi in modo migliore su strade e autostrade. In questo percorso Telepass non si stanca di coinvolgere giovani realtà e startup, affiancate da tecnici e manager in grado di accompagnarle verso la realizzazione di soluzioni che possano davvero fare la differenza per la mobilità di domani.