Che cosa fa Mapadore, startup per ottimizzare le vendite (e ora anche il car pooling) | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Che cosa fa Mapadore, startup per ottimizzare le vendite (e ora anche il car pooling)



Le soluzioni di intelligenza artificiale di Mapadore aiutano i commerciali a organizzare le loro visite sul territorio, a gestire in modo automatico le agende e molto altro. Gli algoritmi sono risultati utili anche per una nuova soluzione di car pooling aziendale che sarà presentata a breve

di Cristina Mazzani

07 Mag 2019


L’intelligenza artificiale e gli algoritmi per ottimizzare (anche) il car pooling aziendale. È quello che fa, tra le altre cose, Mapadore, startup costituita nel 2016 con l’obiettivo di proporre soluzioni personalizzate per il proprio parco clienti corporate per la gestione di database e CRM-Customer relationship management. Tra i vari utilizzi c’è appunto anche quello per imprese attive nel settore della mobilità. Ma vediamo innanzitutto come nasce e cosa fa esattamente Mapadore.

CHE COSA FA MAPADORE

Costituita nel 2016 con l’obiettivo di ottimizzare i processi commerciali sul territorio, Mapadore (startup accelerata da Nuvolab, venture accelerator e innovation advisor) propone soluzioni che, grazie a tecnologie di intelligenza artificiale e algoritmi proprietari, favoriscono aumenti della produttività e risparmi nelle aziende stesse.

“Il nostro compito – spiega a EconomyUp Fabrizio Bosio, CEO di Mapadore – è suggerire ai venditori le modalità per rendere più efficaci ed efficienti i loro spostamenti, la programmazione delle visite ai clienti e, in generale, la loro organizzazione nel quotidiano. Offriamo loro una guida sulla quale basare le proprie attività in quanto integriamo l’applicazione che forniamo loro con il software CRM dell’azienda per cui lavorano”.

Mapadore ha sedi a Milano e Londra, è operativa dal 2017 con la pubblicazione della propria soluzione in vendita nel marketplace per le applicazioni business AppExchange di Salesforce, la diffusa piattaforma per il CRM. È stata nominata da Gartner fra le 3 migliori applicazioni che sfruttano l’intelligenza artificiale per aumentare le vendite nel report dal titolo “Cool Vendors in CRM Sales 2018”. Tale riconoscimento accanto all’innovatività e flessibilità della applicazione stessa le ha consentito di realizzare un fatturato pari a 350mila euro nel 2018 e di stimare un raddoppio di tale risultato per l’anno in corso.

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER IL CAR POOLING AZIENDALE

Recentemente, un nuovo investimento in Mapadore da parte di MobilityUP, acceleratore di imprese operanti nella mobilità, sancisce la bontà degli algoritmi della startup che verranno applicati per sviluppare applicazioni innovative per il settore trasporti.

“Abbiamo visto– ha spiegato Pasquale Salvatore, managing director e partner di MobilityUp, acceleratore di imprese operanti nel verticale della mobilità – un grande potenziale nella tecnologia di intelligenza artificiale di Mapadore. Il nostro business model si fonda sull’individuazione di idee innovative in ambito smart mobility di persone e cose per poi contribuire a far sì che siano messe in pratica nel contesto di un ecosistema di società specializzate in settori complementari. In tale ottica, gli algoritmi di Mapadore sono risultati molto utili nell’applicazione per il car pooling aziendale Upooling. Questa applicazione è stata realizzata con il contributo anche di altre tecnologie, quali quella di 2hire che permette geolocalizzazione e connected vehicle, per una gestione ottimizzata dei flussi logistici aziendali”. L’app per il car pooling aziendale sarà presentata a Verona in occasione dell’evento europeo “Automotive Dealer Day” (tra il 14 e il 16 maggio) dedicato agli operatori del settore automotive, un target particolarmente interessato ai nuovi modelli di fruizione dei veicoli.

Pasquale Salvatore, managing director e partner di MobilityUp

Come funziona la tecnologia Mapadore

Mapadore è stata presentata sul mercato come sales optimization engine, in quanto capace di utilizzare il patrimonio di dati dell’azienda al fine di ottimizzare l’attività commerciale. Lo scopo, in concreto, è quello di rendere più semplice l’operatività giornaliera dei professionisti in mobilità. Ciò è possibile grazie all’utilizzo di algoritmi di intelligenza artificiale realizzati dalla stessa Mapadore e che riescono a gestire in automatico le agende dei venditori e i loro appuntamenti, sanno dare priorità a determinati lead piuttosto che altri (mettendo tra l’altro tutti insieme i potenziali contatti recuperati da vari canali: sito Web, call center, social eccetera) in base a parametri pre impostati, consentono di ottimizzare i vari percorsi e arrivano a consigliare il miglior abbinamento tra un potenziale cliente e il venditore da inviargli. Ovviamente è poi in grado di sincronizzare tutte le agende in modo da essere sempre aggiornati anche sulle attività dei colleghi e non perdere nessuna opportunità.

Naturalmente oltre a basarsi sulle tecniche di artificial intelligence, l’applicazione adotta tecnologie cloud (è disponibile in modalità SaaS-Software as a service) e mobile che la rendono fruibile ovunque sul territorio, introducendo i concetti di smart mobility e geo-ottimizzazione nel mondo dei venditori tradizionalmente non particolarmente avvezzi alla tecnologia.

Cristina Mazzani

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa…