Virtual Reality Experience: a Roma un evento sulla Realtà Virtuale dalla creatività al business | Economyup

L'APPUNTAMENTO

Virtual Reality Experience: a Roma un evento sulla Realtà Virtuale dalla creatività al business



La tecnologia e i linguaggi immersivi saranno un elemento centrale del nostro futuro: dalla scienza all’arte, dalla medicina al cinema, dalla comunicazione al mondo delle imprese. Questa nuova frontiera viene esplorata da VRE-Virtual Reality Experience, l’evento in programma a Roma dal 5 al 9 novembre

23 Ott 2019


Per una settimana Roma diventa capitale della Virtual Reality con VRE – Virtual Reality Experience, l’evento in programma dal 5 al 9 novembre interamente dedicato a VR/AR/XR, ovvero Virtual Reality, Augmented Reality e Cross Reality. Una full immersione sulle sulle numerose opportunità e sfaccettature della realtà virtuale, dall’arte al business.

Ampio Spazio alle Experience della Virtual Reality

VRE- Virtual Reality Experience, ideato e prodotto da Iconialab con il Sostegno della Regione Lazio e del Comune di Roma e con la direzione artistica di Mariangela Matarozzo, invaderà una sezione dei padiglioni dell’ex Caserma Guido Reni, nel quartiere Flaminio, in una full immersion tra nuove opere provenienti da tutto il mondo, speech, incontri, esperienze virtuali.

Un tuffo a 360° fra gaming, esperienza estetica e avventura fantastica in cui verrà chiesto all’utente di interagire, immaginare, sperimentare e giocare, trasformando la simulazione in vissuto di realtà.

Il comitato scientifico di Virtual Reality Experience

VRE- Virtual Reality Experience si avvale di un comitato scientifico di alto livello, composto da imprenditori, esperti ed accademici. Ecco chi ne fa parte: Agostino Angeloni, Presidente di Teleconsys,  PMI innovativa con una grande expertise nei territori delle tecnologie digitali;  Simone Arcagni (docente all’Università di Palermo e giornalista), Valter
Casini (CEO, Morris & Consulting), Joëlle Comé (Direttrice dell’Istituto Svizzero Roma), Alberto Gallace (Direttore del Mybtec alla Bicocca), Max Giovagnoli (Direttore Creativo IED), Cecile Levy(sceneggiatrice e ricercatrice alla Norvegian Film School), Giovanna Marinelli (Presidente Q Academy), Antonio Libonati (Presidente Associazione Giovani per
l’Unesco), Claudia Lodesani (Presidente di Medici Senza Frontiere), Lorenzo Montagna (Presidente VRARA), Lorenzo Prencipe (Presidente del Centro Studi Emigrazione Roma dei Padri Scalabriniani), Nicola Rosa (British Interactive Media Association/Accenture), Gaetano Tieri (Direttore Virtual Reality Lab, Unitelma Sapienza).

I candidati alla competizione del Virtual Reality Experience

La selezione ufficiale del VRE vedrà in competizione opere nazionali ed internazionali realizzate in VR nel periodo tra il 2017 e il 2019. I film selezionati verranno giudicati da una giuria di esperti nel settore cinematografico e da personalità selezionate tra gli addetti al lavoro nel settore di sviluppo e ripresa VR.

Durante l’evento, verranno esposte le 22 opere in gara provenienti dalle selezioni ufficiali dei maggiori festival cinematografici internazionali come Tribeca Film Festival, Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e Sundance Film Festival.

Dalla creatività alla VRE per il business

In programma inoltre tre giornate di Talk in cui si andrà ad indagare l’impatto della Realtà Virtuale sulle proprie esperienze e linguaggi. A cominciare dallo Storytelling fino ad interrogarsi sui nuovi scenari di business e sulla rivoluzione nel mondo della medicina per poi  spostarsi negli ambiti delle arti e del sociale, per conoscere come la Realtà estesa possa valorizzare il patrimonio culturale fino a giungere al tema attuale del Comunicare la migrazione.

New call-to-action