Stampa ultra-tech: l'evoluzione delle tipografie online | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione

Stampa ultra-tech: l’evoluzione delle tipografie online

04 Apr 2016

Il mercato tipografico è sempre più proiettato sul web e sulla tecnologia perché, oltre al materiale stampato, i tipografi devono fornire un servizio completo dal momento dell’ordine fino alla spedizione. In un’infografica tutte le fasi del processo

Era il 1455 quando Johannes Gutenberg diede vita a una delle più grandi rivoluzioni in fatto di tipografia e stampa: con i suoi caratteri mobili, l’inventore tedesco permise per la prima volta di stampare i testi in modo rapido e di diffondere così i libri in tutta l’Europa.

Nei 500 anni successivi le evoluzioni della tecnologia hanno continuato a migliorare ancora il processo inventato da Gutenberg, sino ad arrivare ai giorni nostri, nei quali la stampa ha raggiunto un livello di eccellenza che rasenta la perfezione. La nuova mission delle aziende che si occupano di tipografia e stampa non può essere più solamente quello di perfezionarsi a livello qualitativo ma devono far fronte alle esigenze di una clientela sempre più dinamica e interconnessa, al punto che anche la stampa deve puntare forte sul mondo dell’online.

Quello che può apparire quasi un controsenso, visto che spesso la stampa vede nel web il principale competitor, è invece un dato di fatto: il mercato della tipografia è sempre più proiettato sul web e sulla tecnologia visto che ormai, oltre al materiale stampato, le tipografie devono fornire un vero e proprio servizio, che nasce al momento dell’ordine e finisce con la spedizione.

Nel mezzo ci sono tantissime attività che vengono gestite con l’ausilio del web e di diverse componenti tecnologiche: a questo proposito vi proponiamo un’infografica della nota tipografia online 4graph.it, che ci spiega nel dettaglio come si svolge attualmente l’attività di stampa.

Come possiamo vedere dall’infografica (clicca per ingrandire), la stampa è un processo piuttosto complesso, che richiede 4 fasi diverse.

Ovviamente s’inizia con la ricezione dell’ordine, che come detto avviene direttamente online, grazie agli appositi portali che permettono di caricare direttamente i file che i clienti vogliono mandare in stampa, senza neanche la necessità di dover uscire di casa. Si procede poi alla verifica del file stesso, tramite specifici strumenti grafici che garantiscono che risoluzione, colore e dimensione siano corretti. Infine si procede con una stampa di prova, che servirà come riferimento per quelle definitive.

Nella seconda fase la tecnologia ha un ruolo importantissimo, visto che bisogna effettuare un montaggio elettronico sul foglio di stampa e successivamente è necessario preparare i laser per modellare le lastre d’alluminio che serviranno nel processo di stampa. Questo passaggio si completa con la stampa offset e con la produzione degli elaborati stessi, con la gestione di parametri come gestione del colore in funzione anche della quantità da produrre.

Una volta che il materiale è pronto dev’essere suddiviso nei formati utili alle esigenze del cliente: dunque i fogli vengono tagliati con degli speciali tagliacarte che non rovinano in alcun modo il materiale, che viene anche sottoposto successivamente a un contro di qualità. Infine si procede con il packaging, che viene adattato alle diverse tipologie di prodotto, in modo che il materiale sia protetto da ogni possibile rischio di deterioramento.

Infine si procede con la spedizione, tracciata grazie ai codici apposti sul pacco, fattore che permette al cliente di sapere esattamente dov’è il suo ordine e quando gli verrà recapitato.

Insomma un processo lungo e non banale, che coinvolge un pool di esperti e diversi macchinari complessi, con un giusto connubio tra capacità umane e strumenti tecnologici.  

 

 

 

Luciana Maci
Giornalista

Ho partecipato al primo esperimento di giornalismo collaborativo online in Italia (Misna). Sono dal 2013 in Digital360 Group, prima in CorCom, poi in EconomyUp. Scrivo di innovazione ed economia digitale