Intesa Sanpaolo, come funziona il network dell'innovazione | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SharingInnovation

Intesa Sanpaolo, come funziona il network dell’innovazione

di Giovanni Iozzia

31 Mar 2017

Dall’Innovation Center di Torino la cultura del cambiamento si deve diffondere in tutta l’azienda e fra le imprese-clienti. Come? Lo raccontano Tony Gherardelli, responsabile delle attività, Paola Camera, Vincenzo Antonetti e due “antenne” sul territorio

L’innovazione non è solo una questione tecnologica, come ripetiamo spesso su EconomyUp. C’è un tema culturale forte, che richiedere un importante cambiamento della mentalità delle persone e delle aziende. Ecco perchè all’Innovazione Center di Intesa Sanpaolo si lavora anche per diffondere l’innovazione all’interno del corpo dell’azienda e delle imprese clienti, fino ad arrivare sui territori. Ci raccontano come funziona il network del gruppo bancario Tony Gherardelli, Responsabile Diffusione Cultura e Promozione dell’Innovazione, Paola Camera, Responsabile Network Banche e Reti Territoriali, Vincenzo Antonetti,  Network Hub Internazionali, Antonella D’Este, Specialista per l’Innovazione Area Nord-Est, e Federica Tortora, Specialista per l‘Innovazione Area Sud

 

 

Giovanni Iozzia

Ho studiato sociologia ma da sempre faccio il giornalista e seguo la tecnologia . Sono stato direttore di Capital, vicedirettore di Chi e condirettore di PanoramaEconomy.

Articoli correlati