Elezioni 2018: il contributo di Digital360 al dibattito sull'innovazione in Italia | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

#INNOVATIONFIRST

Elezioni 2018: il contributo di Digital360 al dibattito sull’innovazione in Italia

22 Gen 2018

“L’appuntamento elettorale arriva in un momento importante per il Paese”, scrive il CEO Andrea Rangone. Per questo il Gruppo lancia due canali dedicati su CorCom e AgendaDigitale e focus specifici su EconomyUp e tutte le altre testate del network. “L’innovazione è fondamentale per il nostro futuro”

«Vogliamo dare anche noi – come Gruppo Digital360 – il nostro contributo al dibattito acceso dalle prossime elezioni politiche, evidentemente sui temi che ci coinvolgono professionalmente – la trasformazione digitale delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, l’ammodernamento della nostra economia e delle nostre infrastrutture, la nuova imprenditorialità, in una parola l’innovazione a trecentosessanta gradi – consapevoli che una parte importante dello sviluppo e della crescita di questo paese dipenderà dalle scelte strategiche di fondo che il nuovo Governo farà in relazione a questi temi».

Così Andrea Rangone, CEO di Digital360, gruppo che tra le altre testate edita anche EconomyUp, annuncia le iniziative decise in vista dell’appuntamento elettorale di marzo:  due canali dedicati sui portali CorCom e AgendaDigitale (denominati “Elezioni 2018”) e approfondimenti specifici su EconomyUp e tutte le altre testate del Gruppo (Digital4Executive, StartupBusiness, ZeroUno, ecc.). «Lo facciamo con il nostro solito metodo», precisa Rangone. «Cioè in modo assolutamente neutrale (dando voce a tutte le forze politiche che hanno voglia di confrontarsi), approfondito e critico (cercando di affrontare i temi con la giusta autorevolezza e competenza), partecipativo (raccogliendo contributi da molteplici esperti, opinionisti, ecc.).

Le elezioni arrivano in un momento chiave per l’Italia, ricorda Rangone, perché per la prima volta dopo anni lo scenario macroeconomico è positivo, ci sono stati interventi normativi in grado di spingere l’innovazione e gli investimenti sono stati incentivati. «Possiamo innescare – finalmente – un vero e proprio circolo virtuoso in Italia, ma solo spingendo in modo forte e prioritario gli investimenti in innovazione di imprese e pubbliche amministrazioni», conclude Rangone con una richiesta diretta: «L’innovazione deve essere al centro del programma del prossimo Governo: è fondamentale per il nostro futuro, prioritario e urgente»

Articoli correlati