Da Nizza alla Puglia, l'impotenza (e l'assenza) della tecnologia | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Videoeditoriale

Da Nizza alla Puglia, l’impotenza (e l’assenza) della tecnologia

di Giovanni Iozzia

15 Lug 2016

Altri argomenti

La strage sulla Costa Azzurra e l’incidente ferroviario tra Andria e Corato mostrano drammaticamente la distanza tra il mondo dell’innovazione e la realtà quotidiana. È frustrante scoprirlo ma è anche un invito violento ad accelerare l’uso del digitale per la sicurezza di tutti, ovunque

A Nizza centinaia di persone investite da un camion trasformato in bomba e guidato da un fanatico islamico. In Puglia due treni che si scontrano su un unico binario provocando quello che sembra un “disastro aereo”. Di fronte a queste tragedie, accadute a pochi giorni di distanza, sale un profondo senso di impotenza in chi quotidianamente si occupa di tecnologia e innovazione. Dove stavano IoT, big data e altre meraviglie digitali lì dove c’era da proteggere centinaia di vite umane? Ecco il mio commento in live streaming postato su Facebook venerdì 15 luglio.


Altri argomenti

Giovanni Iozzia

Ho studiato sociologia ma da sempre faccio il giornalista e seguo la tecnologia . Sono stato direttore di Capital, vicedirettore di Chi e condirettore di PanoramaEconomy.

Articoli correlati