Ciorra (Enel): con Incense vogliamo far crescere le startup | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Opportunità

Ciorra (Enel): con Incense vogliamo far crescere le startup

18 Set 2015

Il 30 settembre scade il termine per partecipare alla seconda call del bando per l’incubatore coordinato dalla multinazionale dell’energia e cofinanziato dall’Unione europea: 150mila euro per ogni società selezionata. In questa videointervista il responsabile Innovazione e sostenibilità spiega come partecipare e perché

Si avvicina la scadenza per il secondo bando INCENSe, incubatore d’impresa coordinato da Enel e dedicato a startup e imprese europee con progetti innovativi nel  settore dell’energia pulita (green-tech). Cofinanziato dall’Unione europea, il programma lanciato il 18 giugno scorso punta a selezionare 28 startup italiane ed europee a cui sarà assegnato un contributo fino a 150.000 euro a fondo perduto e sei mesi di accelerazione, più altre opportunità e servizi. La prima call, terminata a gennaio 2015, ha visto la partecipazione di oltre 230 startup provenienti da 31 Paesi, tra le quali sono state selezionate le 14 vincitrici. La nuova call scade il 30 settembre: per partecipare è sufficiente inviare la proprio “idea” attraverso il sito www.incense-accelerator.com. I progetti dovranno riguardare efficienza energetica e domotica, energie rinnovabili, smart grid, accumulo di energia, soluzioni avanzate per la diagnostica e l’automazione, mobilità elettrica, sicurezza informatica e digitalizzazione attraverso l’ICT. In questa intervista Ernesto Ciorra, responsabile Innovazione e Sostenibilità di Enel, spiega tutti i dettagli del progetto. 

Articoli correlati