Fintech, Matteo Concas lascia N26 (dopo aver raggiunto 100mila clienti in Italia) | Economyup
Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

DIGITAL BANKING

Fintech, Matteo Concas lascia N26 (dopo aver raggiunto 100mila clienti in Italia)

30 Lug 2018

Con un post sul proprio profilo LinkedIn, il manager italiano ha comunicato che dal prossimo agosto non farà più parte della startup fintech tedesca. Lascia dopo aver raggiunto l’obiettivo di portare sulla piattaforma 100mila clienti solo in Italia. «Ora mi sposo, poi un periodo sabbatico» dice

Matteo Concas lascia N26. Il general manager italiano (oramai ex) della “banca da smartphone” tedesca ha annunciato la sua decisione tramite un post su LinkedIn. Lascia la startup fintech dopo aver raggiunto un obiettivo rilevante, frutto del suo operato all’interno della società: 100mila clienti in Italia. Da agosto in poi, secondo quanto si legge sul suo profilo, si dedicherà alla vita privata: prima il matrimonio, poi un periodo sabbatico. In attesa di intraprendere una nuova sfida. Da maggio 2017 in N26, Concas ha fin da subito ricoperto il ruolo di general manager per l’Italia, al quale poi si è aggiunto (da aprile 2018) quello di Head of Growth Europe.

Fintech, il messaggio di Concas su LinkedIn

«Da quando sono arrivato in N26 – scrive il manager – ho sempre saputo che non sarebbe stato facile raggiungere 100mila clienti in Italia. Ma sapevo anche che ne sarebbe valsa la pena di raccogliere questa sfida. Sono davvero orgoglioso di aver raggiunto questi obiettivi ambiziosi, e di averlo fatto insieme a persone che ho sempre ammirato e rispettato. Voglio ringraziare le persone con cui ho lavorato giorno e notte come Alexander Weber e Jeremie Rosselli, dire un grande grazie a tutto il team internazionale, in particolar modo a quello Italiano, e ai due visionari Valentin Stalf e Maximilian Tayenthal».

Fintech: la “banca da smartphone” tedesca N26 vuole rafforzarsi in Italia

Fintech: cos’è N26, la banca da smartphone

Fondata nel 2014, N26 è la startup tedesca che permette di aprire e gestire un conto solo con lo smartphone. Di recente, ha raccolto oltre 50milioni di dollari ed è oggi operativa in 17 Paesi europei. «L’Italia – dichiarava poco meno di un anno fa Concas – è uno dei cinque mercati principali insieme a Germania, Francia, Austria e Spagna e ora stiamo lavorando per rendere ancora più semplice la sottoscrizione al fine di permettere agli utenti italiani di utilizzare la loro carta di identità cartacea, cosa che al momento non è ancora possibile per via delle differenze normative che vi sono tra i vari Paesi». Al momento l’azienda non ha comunicato il suo successore.

Articoli correlati