World Usability Day, più siti usabili e dunque più accessibili per tutti | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TECNOLOGIA SOLIDALE

World Usability Day, più siti usabili e dunque più accessibili per tutti

di Antonio Palmieri

13 Ott 2017

Il 9 novembre cade la Giornata mondiale dell’usabilità. A Roma si celebra, anche il giorno precedente, con un programma incontri, workshop e talk finalizzati a sviluppare la user experience come elemento di inclusione. Un altro esempio di come la tecnologia può migliorare la vita delle persone

Dal lontano 2002 affermo che un sito accessibile è un sito più usabile per tutti, non solo un doveroso modo di favorire l’accesso online alle persone con disabilità. So bene che i due concetti non sono sinonimi ma credo accessibilità e usabilità abbiano gli stessi obiettivi di fruibilità dei contenuti, e che la prima “contenga”, per così dire, la seconda. Per questo motivo è importante valorizzare la Giornata mondiale dell’usabilità, che cade il prossimo 9 novembre e che sarà “celebrata” a Roma con la quarta edizione del “World Usability Day“.
Il World Usability Day  di Roma, in arte WUDRome, si svolgerà in due giornate, 8-9 Novembre: ci saranno interventi di esperti italiani e internazionali di primo piano, workshop formativi, talk tematici, tutti finalizzati ad affrontare sono la user experience come promotore dell’inclusione, il design thinking per creare tecnologie e prodotti per tutti, l’accessibilità e l’usabilità di servizi. Dietro lo slang da addetti ai lavori si cela un unico intento: mettere l’uomo al centro del processo di realizzazione di prodotti e servizi inclusivi.
Questo l’obiettivo che anima Carlo Frinolli, ideatore di WUDRome e ceo di nois3, che non a caso si definisce una “experience design agency”. Mi sembra un obiettivo in linea con il mio tentativo di far conoscere esperienze e realtà che usano la tecnologia per migliorare la vita delle persone, senza per questo rinunciare all’aspetto imprenditoriale. Si tratta di allargare il concetto di profitto, di fare buona innovazione sociale anche attraverso il digitale. Di questo tornerò a parlare nelle prossime settimane…per il momento, prepariamoci alla giornata mondiale dell’usabilità!

  • 5 Share
Antonio Palmieri

Antonio Palmieri, milanese, esperto di comunicazione, deputato. Da quando c'è Internet sono curioso della Rete. Dal 2002 cerco di valorizzare le possibilità che il digitale offre per una vita migliore

Articoli correlati