Nasce a Torino il sistema per costruire smart car scelto da Volkswagen | Economyup

OPEN INNOVATION

Nasce a Torino il sistema per costruire smart car scelto da Volkswagen



TUC.technology è sviluppato da TUC, startup incubata in I3P: razionalizza ed incrementa l’intero sistema elettronico dei veicoli, abilitandoli a digitalizzazione, personalizzazione e modularità. È già pronto all’applicazione e sarà usato dalla casa tedesca per le sue auto elettriche

26 Ago 2020


Arriva un nuovo sistema per creare auto digitalizzate e su misura: si chiama TUC.technology, e l’ha presentata in anteprima mondiale con una Digital World Premiere in streaming TUC, società incubata in I3P. Il sistema è stato implementato in versione pre-industrializzata sulla piattaforma elettrica Volkswagen MEB.

Quella di TUC.technology è un’infrastruttura che razionalizza ed incrementa l’intero sistema elettronico dei veicoli, abilitandoli a digitalizzazione, personalizzazione e modularità. È conforme al mondo automotive (OEM Compliant) ed è pronta ad essere portata sul mercato: il brevetto di invenzione industriale è perfettamente compatibile e funzionante con qualsiasi veicolo.

TUC.tecnology, cosa fa e come funziona

TUC.technology è una tecnologia brevettata che combina in un sistema integrato hardware e software differenti tecnologie: un connettore digitale/strutturale “TUC.plug” (l’usb della mobilità), un super computer connesso al cloud “TUC.brain” (il cervello pensante del sistema) e un network di alimentazione e connessione tramite fibra ottica che crea un sistema di rete altamente digitalizzato e connesso “TUC.network”.

In particolare, il connettore modulare e Plug&play TUC plug è implementabile in fase progettuale o restyling nel telaio dei principali mezzi di trasporto: permette di avere un plug tecnologico dove è possibile ancorare in sicurezza, alimentare e connettere qualsiasi componente costituente l’interno del veicolo, dai sedili alle plance, dai display ai devices realizzati ad hoc, così da rendere l’esperienza della mobilità su misura per ciascun utente.

La soluzione elaborata da TUC consente dunque ridurre drasticamente costi e tempi di assemblaggio dei veicoli, mantenendo il rispetto delle leggi vigenti in materia di sicurezza e rendendo così TUC.technology una soluzione omologabile.

Una tecnologia per costruire le auto di oggi e di domani

La tecnologia pre-industrializzata presentata da TUC non solo è compatibile con le piattaforme di veicoli esistenti, ma rappresenta una valida alternativa all’attuale metodo di realizzazione dei veicoli: tramite il sistema standard plug&play, TUC.technology si sostituisce ad una serie di componenti che rendono ad oggi l’architettura del veicolo obsoleta.

WEBINAR
ERP in cloud: come coniugare performance e sicurezza anche in ambienti complessi
ERP
IoT

“Una tecnologia è grande se migliora la vita di tutti”, spiega Ludovico Campana Co-fondatore, Amministratore ed inventore di TUC. “Oggi con tecnologia TUC il veicolo diventa un foglio bianco su cui tutti possono disegnare la propria esperienza e concetto di vettura sia a livello di abitacolo che di esperienza utente. Questo ci permette di creare uno spazio privato in una mobilità di massa e reinventare di fatto la concezione di veicolo per la nuova società”.

TUC, un ecosistema di partner per l’open innovation

TUC è una società fondata e guidata da Ludovico Campana e Sergio Pininfarina, incubata in I3P (Incubatore d’imprese innovative del Politecnico di Torino). È stata fondata con l’obiettivo di rivoluzionare, migliorare e re-inventare il concetto di veicolo per la nuova società.

Oltre ad aver pre-industrializzato ed implementato TUC.technology, TUC ha costruito un ecosistema di partner con i quali sono stati creati i primi componenti plug&play per l’automotive powered by TUC.technology: sedili con l’integrazione di impianto audio, ambient light e smartphone station con Sabelt, seggiolini con sistema di sicurezza e sistema di intrattenimento audio per il bimbo con Chicco, sedili per persone con disabilità con Guidosimplex, e macchine del caffè integrabili in veicoli con Lavazza, solo per citarne alcuni.

Per quanto riguarda i fornitori, per l’ingegneria TUC ha selezionato Italdesign-Giugiaro, e per la fornitura di tecnologie Amet, Intel, Cisco e TIM.

L’attività di pre-industrializzazione ha richiesto un investimento nell’ottica di milioni di euro da parte di TUC, che per questo ha deciso di effettuare un’operazione di aumento del capitale, con conseguente ingresso di nuovi soci, tra cui Amedeo Felisa, Ingegnere ed ex CEO di Ferrari, e Marco e Giorgio Tadolini di Megadyne group.