10 criptovalute emergenti sulle quali investire nel 2022 - Economyup 10 criptovalute emergenti

LA GUIDA

10 criptovalute emergenti sulle quali investire nel 2022



Ad oggi le criptovalute sono più di 16 mila e sono in continua crescita. Come individuare le criptovalute emergenti? Una guida pratica

di Redazione EconomyUp

06 Lug 2022


Criptovalute emergenti

Criptovalute emergenti: quali sono? Intanto va premesso che le criptovalute sono valute virtuali utilizzate come mezzo di scambio o detenute a scopo di investimento. Ad oggi non hanno corso legale in Italia e sono pertanto accettate su base volontaria. Inoltre, non sono regolate da entri centrali governativi. Ad oggi le criptovalute sono più di 16 mila e sono in continua crescita.

Cos’è una criptovaluta

A livello tecnico, le unità individuali che formano una criptovaluta sono stringhe di dati crittografati che sono stati codificati per rappresentare un’unità. Gli elementi fondanti di una criptovaluta sono tre:

WEBINAR
23 Settembre 2022 - 10:00
DIGITAL360 Semestrale 2022: scopri tutte le novità
Acquisti/Procurement
Amministrazione/Finanza/Controllo

–protocollo (il codice informatico che precisa come i partecipanti possono effettuare le transazioni);

–la blockchain o distributed ledger (la tecnologia che conserva la storia delle transazioni);

–la rete decentralizzata dei partecipanti (che aggiornano e consultano la blockchain). Le criptovalute sono controllate attraverso un database di transazioni blockchain, che funziona come registro pubblico distribuito e contiene la lista delle transazioni delle criptovalute.

Come e quando investire in criptovalute

Prima di decidere di investire in una criptovaluta, è importante studiare la società che la emette e la solidità del suo progetto, oltre che le caratteristiche e le peculiarità delle criptovalute prescelte, che le aiuteranno a imporsi sulle altre. Occorre anche valutare come è distribuita una criptovaluta: alcune sono pre-minate e in mano a chi controlla un progetto. In tal caso, è meglio optare per quelle distribuite in modo trasparente, create attraverso la modalità standard del mining controllato e de-scalare.

Numerosi sono poi i rischi da valutare quanto si investe in criptovalute. Innanzitutto, si è soggetti ai rischi di controparte, di liquidità e di esecuzione delle operazioni. Occorre pertanto selezionare con attenzione delle piattaforme sicure che consentano di investire in criptovalute minimizzando i rischi di cui sopra.

Un altro rischio importante è l’estrema volatilità delle criptovalute, per cui occorre valutare bene quale percentuale del proprio patrimonio investire nelle criptovalute. A un altissimo rischio, corrisponde infatti un altissimo rendimento o un’altissima perdita.

Le 10 criptovalute emergenti nel 2022

Le criptovalute emergenti sono quelle arrivate da poco sul mercato, ossia quotate da poco su uno o più exchange di criptovalute.

1. VeChainVET
2. CardanoADA
3. UniSwapUNI
4. ChainlinkLINK
5. MoneroXMR
6. PolygonMATIC
7. EOSEOS
8. IotaMIOTA
9. BitTorrentBTT
10. Ethereum ClassicETC
11. Basic Attention TokenBAT
12. Binance CoinBNB
13. Stellar LumensXLM
14. SolarCoinSLR
15. PolkadotDOT

Vechain è una criptovaluta e una piattaforma di contratti intelligenti incentrata sulla gestione della catena di approvvigionamento. Permette ai produttori di aggiungere sensori, come i tag RFID, ai loro prodotti, che possono poi registrare i dati nella blockchain VeChain.

Cardano è basata su una delle blockchain più avanzate del momento, tanto che debuttato sul mercato sfidando quella di Ethereum. E’ stata progettata su un protocollo con consenso proof-of-stake (denominato Ouroboros) che convalida le transazioni senza costi energetici elevati. Il token nativo della blockchain, ADA, prende il nome da Ada Lovelace, la celebre matematica del diciannovesimo secolo

UniSwap è un token Ethereum che utilizza Uniswap, un fornitore di liquidità automatizzato che è stato creato con lo scopo di facilitare gli scambi di token Ethereum. In Uniswap non esistono registri di ordini o una struttura facilitatrice centralizzata: lo scambio dei token avviene tramite aggregati di liquidità, definiti attraverso smart contract.

Chainlink è un token Ethereum che alimenta la rete Oracle decentralizzata Chainlink. Questa rete permette di sottoscrivere smart contract su Ethereum per collegarsi in modo sicuro a origini dati esterne, API e sistemi di pagamento.

Monero è una criptovaluta nata nel 2014 che grazie a un suo sistema interno, permette ai suoi utenti di beneficiare di una alto livello di anonimato. L’ecosistema su cui si basa il progetto è open source e decentralizzato.

Polygon (l’ex Matic Network) è un token Ethereum che alimenta la rete Polygon, una soluzione di scalatura Ethereum. Polygon mira a fornire su Ethereum transazioni più rapide e convenienti che utilizzano sidechain con protocollo di secondo livello, cioè blockchain che operano in parallelo alla blockchain Ethereum principale. Per il pagamento delle commissioni di transazione si usa il token Matic, che serve anche per partecipare al consenso proof-of-stake.

EOS è una criptovaluta che permette di sviluppare dApps nel suo network. La tecnologia su cui è basata è a metà strada tra Bitcoin ed Ethereum.

Iota è progettato per facilitare le microtransazioni tra dispositivi Internet of Things (IoT). Il token utilizza un algoritmo di consenso unico (chiamato Tangle), che impone agli utenti di convalidare due transazioni per poter effettuare la propria.

BitTorrent è un pioniere dei sistemi di software per la condivisione attraverso reti P2P online. Nel 2019 ha lanciato il suo BitTorrent token a seguito del processo Atlas, avviato l’anno precedente al fine di costruire una nuova iterazione del software p2p di BitTorrent, che porti a sua volta alla creazione di una piattaforma dove ricevere ed utilizzare le criptovalute durante la condivisione dei file attraverso l’omonimo software Bittorrent.

Ethereum Classic è una criptovaluta che ha come obiettivo principale l’immutabilità, espressa popolarmente dalla frase “il codice è legge”.

Basic Attention Token è un token Ethereum che alimenta la piattaforma di pubblicità digitale basata su blockchain di Brave Software. Gli utenti di Internet che navigano sul web utilizzando il browser gratuito di Brave possono scegliere di sostituire gli annunci che visualizzano con gli annunci sulla rete pubblicitaria di Brave, ricevendo in cambio BAT dagli inserzionisti.

Binance Coin (BNB) è la moneta creata da Binance, uno degli exchange del settore delle criptovalute più grandi, affidabili e sicuri. La valuta sta assumendo un’importanza sempre maggiore nella gestione delle transazioni.

Stellar Lumens è la criptovaluta di Stellar, che alimenta la rete di pagamento Stellar. Quest’ultima intende collegare banche, sistemi di pagamento e individui in modo rapido e affidabile.

Solar Coin è una criptovaluta lanciata nel 2014 per incentivare la produzione di energia solare a livello globale. Si regge equamente su due forme di protocollo Proof-of-Work (PoW): il tradizionale PoW crittografico associato alle valute digitali; il PoW, sviluppato da terze parti, costituito da una lettura metrica verificata indicante 1 MWh di elettricità solare generata. SolarCoin può essere richiesto da persone in possesso di case con pannelli fotovoltaici o di grandi impianti di energia solare (sia in affitto che finanziati).

Polkadot è un protocollo che consente trasferimenti tra blockchain diverse di qualsiasi tipo di dati o risorse. Tramite la combinazione di più blockchain, Polkadot mira a ottenere livelli elevati di sicurezza e scalabilità. DOT funge da token di governance del protocollo ed è utilizzabile per effettuare lo staking necessario per mettere la rete in sicurezza o per combinare nuove blockchain.

Il Manufacturing verso industry 5.0

Le migliori criptovalute emergenti su cui investire

Le criptovalute da tenere sotto controllo quest’anno sono:

  1. Lucky Block (LBLOCK);
  2. EOS;
  3. NEO;
  4. Binance Coin (BNB);
  5. Cosmos (ATOM);
  6. Algorand (ALGO);
  7. Cardano (ADA);
  8. Maker (MKR);
  9. DeFi Coins (DEFC);
  10. Iota (MIOTA).

Lucky Block è una piattaforma di lotterie basata sulla blockchain. La società ha lanciato il token LBLOCK, andato a ruba in fase di prevendita. Si è poi quotato su PancakeSwap, CoinMarketCap e LBank. In futuro dovrebbe quotarsi anche su Crypto.com e su Binance, incrementando ancora di più il suo valore.

NEO è una community open-source caratterizzata da una gestione trasparente del suo network e della sua criptovaluta. E’ conosciuta principalmente dagli esperti, sebbene sia presente sui principali exchange e broker online.

Cosmos è la prima rete di blockchain interconnesse tra loro, presente in tutti gli exchange di settore. Considerata la sua crescita leggera ma costante, Cosmos è ideale per le operazioni speculative.

Algorand  una criptovaluta e un protocollo blockchain che mira a essere simultaneamente scalabile, sicura e decentralizzata. E’ il primo progetto ad aver adottato un algoritmo di consenso detto proof-of-stake puro.

Maker è una criptovaluta che si pone come alternativa a Monero e punta a scalare il settore degli scambi completamente anonimi. La valuta è abbastanza stabile.

Il protocollo DeFi Coins è stato lanciato nel 2021 per creare un mercato decentralizzato dove gli utenti possono scambiarsi le criptovalute. Per limitare la volatilità e incoraggiare il mantenimento dell’investimento in criptovalute, è prevista una tassa del 10% su ogni transazione. Metà dei proventi della tassa sono distribuiti ai possessori del token della piattaforma (DEFC) e l’altra metà finanzia il liquidity pool. Nel maggio 2022 è nato DeFi Swap, ossia l’exchange di valute decentralizzato del progetto, che ha portato a una crescita del token superiore al 560% in sole 48 ore. Il token DEFC può essere acquistato su PancakeSwap e BitMart, ma dovrebbe sbarcare su altri exchange.

Iota è un progetto che mira a offrire soluzioni tecnologiche avanzate per sviluppare le dApps e la DeFi. Iota è basata su blockchain proprietaria e dovrebbe raggiungere valutazioni a doppia cifra quest’anno.

Stato dell’arte delle criptovalute e futuro

Attualmente le criptovalute sono più di 16 mila e sono in continua crescita. E’ naturale che ogni anno ci siano criptovalute emergenti. Il settore tuttavia è in difficoltà: a giugno l’exchange Coinbase ha licenziato oltre 1000 persone e annullato le offerte di lavoro a oltre 300 persone che stavano per entrare nell’azienda. Nello stesso mese la startup di criptovalute Crypto.com ha tagliato centinaia di posti di lavoro e l’exchange Gemini ha licenziato il 10% del personale. Ora le criptovalute sono in fase ribassista. Tuttavia, questa fase può essere un’occasione per comprare a prezzi scontati le criptovalute emergenti più promettenti, in vista di un possibile rialzo futuro. In particolare, sono tre le tematiche che condizioneranno il mercato quest’anno secondo eToro e Coinbase: Metaverso, NFT (Non Fungible Token) e DeFi (finanza decentralizzata).

 

WHITEPAPER
Le fasi del mining: stabilire un obiettivo e la criptovaluta. Scopri di più
Blockchain
Criptovalute
Redazione EconomyUp