La Murgia Valley cresce, Macnil compra una quota della startup The Box Company

L'azienda informatica del Gruppo Zucchetti entra nel capitale sociale della giovane società di Gioia del Colle specializzata in Digital Mobile Marketing. Mariarita Costanza, Cto Macnil Gruppo Zucchetti: «Esempio di cooperazione tra imprese d’eccellenza del Sud»

L'operazione

Da sinistra:  Mariarita Costanza, Cto Macnil Zucchetti, Nicola Lavenuta, Ceo Macnil Zucchetti, Roberto Calculli, ceo e Business Development The Box Company Giuseppe Macario, consulente studio Audit & ManagementDa sinistra: Mariarita Costanza, Cto Macnil Zucchetti, Nicola Lavenuta, Ceo Macnil Zucchetti, Roberto Calculli, ceo e Business Development The Box Company Giuseppe Macario, consulente studio Audit & ManagementSta prendendo forma nel cuore della Puglia il progetto di network tra imprese e startup denominato "Murgia Valley", annunciato nei mesi scorsi da Mariarita Costanza, direttore tecnico di Macnil che ha sede a Gravina di Puglia, e dagli altri investitori del team "Shark Tank" (tra cui Gianluca Dettori e Luciano Bonetti), programma andato in oda a primavera su Italia 1 che vedeva cinque giudici scegliere tra le migliori realtà imprenditoriali innovative. Un nuovo passo nell’ambito del progetto Murgia Valley è rappresentato dall’accordo tra Macnil, azienda informatica del Gruppo Zucchetti, e The Box Company, startup pugliese specializzata nella progettazione e realizzazione di piattaforme tecnologiche per il Digital & Mobile Marketing.

In Puglia si è sviluppato da tempo un know-how specializzato in servizi per il Digital Mobile Marketing alle imprese e ora l’innovazione tecnologica consolida la sua rete strategica grazie a questo accordo di una grande azienda con la startup di Gioia del Colle guidata dal Ceo Roberto Calculli e dall'ex numero uno mondiale di Apple, Marco Landi

L’operazione prevede l’acquisizione da parte di Macnil Gruppo Zucchetti di una quota importante del capitale sociale di The Box Company (TheBC), e l’ingresso del Ceo di Macnil, Nicola Lavenuta, nel consiglio di amministrazione.

Solo qualche mese è passato dal successo dell’operazione che ha portato anche l’ex presidente mondiale di Apple, Marco Landi, a investire nelle soluzioni digitali innovative della società murgiana, con sedi a Gravina in Puglia e Gioia del Colle, diventandone socio a luglio e nominato a fine ottobre presidente dal neo costituito cda.

L’accordo permetterà a Macnil e Zucchetti, gruppo italiano del software con 360 milioni di fatturato e 3000 dipendenti, di integrare la propria offerta con una piattaforma tecnologica di ultima generazione, multicanale, in grado di soddisfare le esigenze di comunicazione, promozione e fidelizzazione della propria clientela.

“Accompagnare le imprese nell’era digitale attraverso nuovi canali di business legati agli smartphone e ai social network– spiega Nicola Lavenuta, Ceo Macnil Gruppo Zucchetti – è una missione che non può mancare ad un’azienda grande ed innovativa come la nostra, che investe in Ricerca e Sviluppo e vuole aiutare migliaia di aziende clienti a risparmiare significativamente in pubblicità senza rinunciare a essa, ma rendendola più efficace, attrattiva ed interattiva”.

Dall’headquarter di Gioia del Colle, dove il team degli sviluppatori TheBC sta già lavorando ad una nuova piattaforma di digital mobile marketing, fruibile da qualsiasi dispositivo, in grado di fornire misurazioni precise sul ritorno dell’investimento pubblicitario, il Ceo Roberto Calculli ha definito la notizia dell’accordo come “un passo importante verso ambiziosi obiettivi. Proprio per questo, unire in The Box Company l’esperienza di Marco Landi, uno dei manager più richiesti al mondo, con la storia e presenza internazionale di Macnil Gruppo Zucchetti è prepararsi per bene alle straordinarie opportunità che il mercato sta offrendo in ambito Digital & Mobile Marketing”.

Le soluzioni della The Box Company sono state scelte, infatti, in poco più di un anno da quasi 10mila aziende in 12 paesi nel mondo. Tra tra gli utilizzatori della sua tecnologia: Bmw Italia, Gruppo Bata, Divani & Divani By Natuzzi, Old Wild West, Trony, As Lazio, As Roma, Ospedale San Raffaele, Università Telematica Pegaso.

Da Gravina in Puglia anche Mariarita Costanza, Cto Macnil Gruppo Zucchetti e investitrice nel format televisivo Shark Tank, ha commentato con piena soddisfazione la conclusione dell’accordo tra le due aziende pugliesi come “un esempio di cooperazione tra imprese d’eccellenza del Mezzogiorno, situate non a caso nell’area denominata Murgia Valley, per mettere a fattor comune le migliori risorse e competenze tecniche, e contribuire alla crescita del territorio e dell’occupazione dei talenti della Puglia e del Sud”. (L.M.)