n° 141 del 16 Ottobre 2016
Economyup -  Newsletter quotidiana
Direttore responsabile EconomyUp: Giovanni Iozzia
 
PRIMO PIANO   
 
  
  Quella diseguaglianza digitale fra imprese e clienti
di Giovanni Iozzia
Per troppo tempo in Italia il ritardo digitale è stato giustificato con l'alibi del mercato che non c'è. Ma, come ricorda il Commissario straordinario Diego Piacentini, la domanda manca quando scarseggia la qualità dell'offerta. E ora l'uso delle tecnologie è più diffuso tra i consumatori che tra le aziende
 
  May, la Brexit e la brutta piega delle politiche del lavoro in UK
di Daniele Langiu e Fabio Sdogati
La situazione del mercato dell'occupazione nel Regno Unito comincia a farsi preoccupante. Tempi di avvio del processo di uscita dall'Unione europe incerti, dichiarazioni fatte, sentite in parte o smentite e basta per poi essere ritrattate: per ora solo messaggi, sconcertanti, ma messaggi. E intanto cominciano le prime difficoltà sul fronte dei prezzi...
 
  Team digitale chiude il bando, 3.500 curriculum per 20 posti
Paolo Barberis, consigliere per l’innovazione del premier, annuncia lo stop alle candidature: «Inondati di talento». I prescelti riceveranno una risposta scritta. Ma la squadra del neo Commissario al Digitale Diego Piacentini non fermerà lo scouting: «Per lavorare in futuro con noi fatevi notare in quello che state facendo»
 
  Industria 4.0, dove sta il vantaggio: come rivedere la puntata
Oltre gli slogan, quali sono i benefici concreti della manifattura intelligente per le aziende? È il tema della puntata del nostro magazine tv, andata in onda il 18 ottobre su Reteconomy. Ospiti: Giovanni Miragliotta (Oss. Smart Manufacturing Polimi), Gianni Potti (Confindustria SI) e Stefano Linari (ceo della startup Alleantia)
 
  Perché l'Italia è più attrattiva di quello che dicono le classifiche sull'Italia
di Luciana Maci
Uno studio di The European House Ambrosetti "smonta" le statistiche degli organismi internazionali secondo le quali alcune economie in via di sviluppo sarebbero più competitive della nostra. Invece siamo al 14esimo posto per capacità di attrarre capitali. Ecco il rapporto completo
 
  Startup, quel che piace a un investitore internazionale
di Luciana Maci
Edoardo Bounous è il direttore europeo di Symphony Technology Group, fondo di private equity con ricavi complessivi pari a 2,5 miliardi di dollari, che ha fatto il suo primo investimento in Italia su JobRapido. «Le migliori promesse? BeMyEye e DoveConviene»
 
  Franchini (ScaleIT): «I fondi internazionali guardano all'Italia: in un anno almeno 8 investimenti»
L'ideatore dell'evento in programma il 12 ottobre che fa incontrare scaleup italiane e venture capitalist globali spiega le novità della nuova edizione e parla di un nuovo interesse degli operatori esteri verso le startup del nostro Paese
 
 
OPEN INNOVATION   
 
  
  Gefran: «Industria 4.0? Non è una scelta ma una regola di sopravvivenza»
di Concetta Desando
L’azienda fondata negli anni ’60 produce sensori che permettono alle macchine di essere connesse e comunicare tra di loro. “Chi come noi vive di innovazione tecnologica non può che adeguarsi al nuovo scenario per restare competitivi” dice l’ad Maria Chiara Franceschetti
 
  Endeavor, se il Commissario Piacentini fa il mentor della startup
Il manager scelto da Renzi per dare la scossa digitale alla pubblica amministrazione è nel board dell'associazione non-profit che ha cominciato la sua attività anche in Italia. Darà i suoi preziosi consigli a nuove imprese pronte a internazionalizzarsi. Le prime due: Talent Garden ed Empatica
 
  Smart working, perché può agevolare le Pmi e l'Industria 4.0
Il nuovo report dell’Osservatorio della School of Management del Polimi evidenzia la diffusione del "lavoro agile” nelle grandi aziende. Minore l’interesse delle piccole, dove la barriera è culturale. All’orizzonte l'estensione ai nuovi profili dell’Industria 4.0. Il responsabile scientifico Mariano Corso: «Non è più utopia, 2016 anno di svolta»
 
  Movendo Technology: così usiamo i robot per la salute delle persone
Simone Ungaro, co-fondatore e ceo dello spinoff dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, racconta come è nata e come si sta sviluppando la startup che fa robotica per la riabilitazione e ha ottenuto il finanziamento più alto in Italia nel 2016: 10 milioni. «Presto andremo in un nuovo incubatore targato IIT»
 
 
STARTUP In collaborazione con
 
  
  Fondo di Garanzia, 384 milioni di prestiti in tre anni a 1200 startup (con poche sofferenze)
di Luciana Maci
Cresce il ricorso allo strumento del Mise che agevola l'accesso al credito: da giugno sono state effettuate 334 nuove operazioni per 72,41 milioni. Nel triennio quasi tutte le imprese sono riuscite a restituire quanto dovuto ma sul mercato ci sono banche che chiedono garanzie personali
 
  ScaleIT, le scaleup italiane chiedono risorse a 20 investitori internazionali
Nell'evento che fa incontrare startup ad alto potenziale di crescita e VC esteri, 15 società hanno presentato i loro progetti davanti ad alcuni dei maggiori fondi europei. «Speriamo che la raccolta sia in linea con i risultati dell’anno scorso, quando su 11 aziende, 8 sono riuscite a ottenere un investimento», dice il founder Lorenzo Franchini
 
  Mcollective: la nostra fortuna? Aver cominciato da un negozio fisico
di Concetta Desando
La startup, che è fra le 15 selezionate per ScaleIt2016, ha creato una piattaforma che favorisce l'incontro di aziende e designer. «Lo shop ci ha permesso di raggiungere numeri importanti» dice il ceo Nino Rindone. Quest'anno il fatturato supererà i 2 milioni
 
  Israele e il venture capital di Stato: perché il governo finanzia l'innovazione
di Luciana Maci
La Israel Innovation Authority del ministero dell'economia eroga centinaia di milioni di dollari alle startup, che restituiscono il denaro solo se hanno successo. C'è anche un fondo di vc a partecipazione governativa e uno privato "scaturito" dal primo. «Sono driver di crescita» dice a EconomyUp Ora Dar, dirigente dell'Autorità
 
  Qwince, la startup che aiuta le aziende a capire che cosa vogliono i clienti
di Concetta Desando
La società fondata da Gianmarco Troìa ha lanciato Neuralya, piattaforma che permette di capire cosa si prova di fronte a uno spot, a un prodotto o a un brand. Premiata al contest di Digital360, è considerata da Gartner tra le 5 innovazioni più importanti per il marketing. Adesso è in cerca di un investitore
 
  Alfred, ecco il bastone delle meraviglie 2.0
di Antonio Palmieri
Lo ha inventato un team capitanato dal bioingegnere Filippo Scorza: è in grafene, è in grado di dialogare con smartphone e tablet ed è pensato per i malati di sclerosi multipla ma in generale anche per chi ha difficoltà deambulatorie
 
 
APPUNTAMENTI   
 
  
  "Industria 4.0-Verso la produzione digitale", come aiutare le imprese a essere più competitive
Il 24 ottobre a Sesto San Giovanni imprenditori, politici e startupper discutono di come la manifattura italiana può sfruttare l'opportunità della quarta rivoluzione industriale per innovare i processi e usare service esterni per ricerca e prototipazione
 
  Registrazione e autorizzazione Trib. di Roma n. 54/09
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960