n° 20 del 29 Dicembre 2013
Economyup -  Newsletter quotidiana
Direttore responsabile EconomyUp: Giovanni Iozzia
 
TOP NEWS   
 
  
  Auguri per un 2014 più ricco del 2013 (ci vuole poco...)
di Giovanni Iozzia
L'anno che sta per concludersi è stato importante per tante aziende del Made in Italy, ma anche per tutto il sistema dell'innovazione. Nel 2014 i due mondi dovranno accelerare per passare dalle parole ai fatti e favorire l'incontro virtuoso fra piccole e medie imprese e start up. A vantaggio di tutti
 
  Caro Babbo Natale, portaci denari, attenzione e consapevolezza
di Andrea Di Camillo*
Il 2013 è stato un anno positivo. Per il 2014 non ti chiediamo tantissimo: soldi ma non sussidi; imprenditori e imprese che investano sulle startup. E, poi, una preghiera: fa che smettano di guardarci con curiosità come strani sognatori....
 
  2013, Yahoo batte tutti in shopping di startup
di Luciana Maci
La web company guidata da Marissa Mayer ha comprato 21 società in diversi settori, dai social media al mobile gaming. A seguire Google e Apple e poi Facebook e Twitter, che si sono dimostrati compratori moderati. Ecco l'elenco di tutti gli acquisti.
 
  Startup Mission 2014: ancora una spallata ai dettagli diabolici
di Pierluigi Paracchi *
Il 2013 ha portato novità legislative importanti grazie a un gruppo di "baldi giovani" infiltratisi nei ministeri. Ma il diavolo sta nei dettagli. Come i 2052 caratteri per definire una startup o il 5% istituzionale nel crowdfunding. E vi spiego perché
 
  Crowdfunding, ecco perché serve un investitore professionale
di Cristiano Esclapon *
Il vincolo del 5% a investitori qualificati è "diabolico", ha scritto su EconomyUp.it Pierluigi Paracchi. Gli risponde il founder di SiamoSoci.com: la validazione di un esperto è una scelta necessaria anche per tutelare i piccoli risparmiatori
 
  Mind the bridge, un piano per l'Europa delle startup
di Maurizio Di Lucchio
La fondazione italiana gestirà un progetto comunitario annunciato a Davos dal commissario Neelie Kroes: Startup Europe Partnership. Obiettivo: avvicinare start up e imprese tradizionali. Il presidente Alberto Onetti spiega come funziona lo strumento che sarà utilizzato: il Job Creator Tour
 
  La top ten delle startup più premiate nel 2013
di Maurizio Di Lucchio
EconomyUp.it ha provato a mettere ordine tra i premi delle startup italiane. I parametri utilizzati sono il prestigio del premio e l’ammontare della vincita. Non è una vera graduatoria, ma la selezione di dieci realtà che hanno ben figurato nel corso dell’anno
 
  Il Manifesto di EconomyUp: 10 parole chiave per la crescita
Coraggio, creatività, digitale, futuro, innovazione, internazionalizzazione, made in Italy, ottimismo, sostenibilità e start up: sono questi i termini chiave per lo sviluppo del Paese declinati da 10 imprenditori che hanno dimostrato e stanno dimostrando che crescere è possibile
 
  Il nostro 2013? Eos e il sogno di una Facebook o Skype tricolore
di Maurizio Di Lucchio
Alberto Onetti, chairman della Mind The Bridge Foundation, fondazione che supporta lo sviluppo della nuova imprenditorialità in Italia, traccia il bilancio dell’anno che sta per finire. E anticipa le tendenze digital del 2014
 
  ItaliaStartup, ecco i punti di forza e i traguardi da raggiungere
di Federico Barilli *
Nel 2013 sono stati approvati provvedimenti importanti ed è stata avviata la mappa dell'ecosistema. Per il 2014 sono tre gli obiettivi fondamentali: coinvolgere l'industria italiana, attrarre investimenti dall'estero e potenziare la formazione.
 
  2013, l'incomprensibile sconfitta del biotech
di Pierluigi Paracchi*
Gli investimenti del venture capital sono concentrati sul digitale. Per una questione di moda, semplicità e l'intervento di fondi pubblici. E' una sconfitta grave, perché in Italia ci sono le radici, le competenze e il settore offre possibilità di guadagno
 
  Made in Italy? Lo certificherà un marchio "statale" volontario
di Luciana Maci
Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato, lancia un disegno di legge: etichettatura volontaria e a costo zero per promuovere le eccellenze nazionali nel mondo. Tutto a carico dello Stato, perché "così si fa politica industriale"
 
  Best Program, sei mesi negli States per diventare imprenditore
L’iniziativa, promossa da Invitalia, Ambasciata USA e Commissione Fulbright, offre ai giovani italiani che hanno un’idea imprenditoriale innovativa di realizzarla trascorrendo un periodo negli Stati Uniti, alternando una prima fase di studio a quella successiva di internship presso imprese high tech della Silicon Valley. Bando aperto fino al 18 aprile
 
  Registrazione e autorizzazione Trib. di Roma n. 54/09
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960