EY Digital Academy, una piattaforma per la cultura digitale dei manager italiani | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

NUOVO LAVORO

EY Digital Academy, una piattaforma per la cultura digitale dei manager italiani

10 Mag 2018

Contenuti in italiano per sviluppare le nuove competenze necessarie nelle imprese. Il progetto della società di consulenza è già on line con diverse videopillole di esperti organizzate per temi e aree di business. In gioco c’è il cambiamento delle culture aziendali

Sette manager su 10 pensano di essere carenti nelle competenze digitali e l’80% ritiene che questa lacuna sia il principale freno allo sviluppo di progetti innovativi, ad esempio nell’area della cybersecurity. Da queste premesse nasce la “EY Digital Academy”, la nuova piattaforma di formazione continua sulle competenze digitali sviluppata in collaborazione con Atos, Cisco, Rockwell Automation e SAS.

«La Digital Academy è uno strumento unico a disposizione dì CEO e manager per identificare e sviluppare le competenze “innovative” di cui hanno bisogno», spiega Donato Ferri, Mediterranean People Advisory Services Leader di EY. « È la prima piattaforma in lingua italiana che offre formazione con contenuti aggiornati in tempo reale relativi a temi di settore tipici dell’Impresa 4.0 e su tematiche digitali trasversali». On line si trovano videopillole organizzate per temi (lavoro, case study, etc.) e per aree di business (suplly chain, logistica, etc.). Il fil rouge è la necessaria trasformazione delle competenze e in genere delle culture aziendali.

Lavoro digitale, Ferri (EY): “Come e perché le aziende devono ‘trasformare’ i dipendenti”

Obiettivo della EY Digital Academy è anche creare una community di esperti al servizio di imprenditori e top manager per accrescere il livello di cultura digitale delle imprese del nostro Paese che, ad esempio, hanno necessità di sviluppare le competenze necessarie a valorizzare gli investimenti fatti in ottica Impresa 4.0.

Le aziende non hanno solo bisogno di professionalità esperte di Ict (+56% la domanda di nuovi profili digitali), ma necessitano anche di persone che combinino la conoscenza digitale con skill di tipo relazionale e comportamentale e con competenze come la capacità di immaginare il cambiamento e di contestualizzarlo, o quella di risolvere problemi complessi attraverso gli strumenti digitali.

Questo vale in primis per imprenditori e livelli dirigenziali, i cui ruoli e competenze sono progressivamente cambiati per effetto del digitale e che spesso, diversamente dai giovani nativi digitali, si avvicinano ora alle nuove tecnologie. I manager sono consapevoli della necessità di approfondire le proprie conoscenze:  Solo il 27% degli executive ritiene di possedere le skill tecnologiche necessarie per attuare la trasformazione digitale.

 

  • 94 Share

Articoli correlati