Automotive, nel Regno Unito lo Stato investe (e non poco) sulle auto a guida autonoma | Economyup
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

InsuranceUp

Automotive, nel Regno Unito lo Stato investe (e non poco) sulle auto a guida autonoma

18 Mag 2017

In UK puntano alla leadership nel settore delle automobili. Per questo le istituzioni hanno messo sul piatto svariati milioni di sterline per questa nuova tecnologia. Tra i progetti finanziati più di recente i test per i veicoli che in futuro potrebbero sostituire i trasporti pubblici

12 milioni di sterline per FiveAI, società di intelligenza artificiale di Cambridge; 8,6 milioni per Driven spinoff dell’università di Oxford che sta sviluppando un progetto sui veicoli autonomi. Entrambi i progetti sono stati finanziati direttamente dal Governo, nell’ottica di un’intervento volto a potenziare società che stanno sviluppando tecnologie per le driverless car.

Meno di un anno fa infatti il Governo britannico, più nello specifico i dipartimenti del trasporto, del business e dell’innovazione, hanno introdotto una serie di misure e un budget da 100 milioni di sterline a supporto degli avanzamenti nel settore dei veicoli autonomi, con l’obiettivo di puntare alla leadership nello sviluppo e l’implementazione di questa tecnologia innovativa legata alla mobilità.

Lo scorso novembre inoltre è stato annunciato lo stanziamento di ulteriori fondi per 390 milioni di sterline (per driverless car e auto ecologiche) più altri 270 milioni, indirizzati su driverless car e intelligenza artificiale, si sono aggiungi a marzo 2017, con lo scopo di “sostenere le tecnologie disruptive che hanno il potenziale per trasformare l’economia della Gran Bretagna”.

Continua a leggere su InsuranceUp 

Fabrizio Marino
Giornalista

Sono stato responsabile della sezione Innovazione e Tecnologia de Linkiesta, ho gestito la comunicazione di Innogest, sono Content Creator per PoliHub. Per EconomyUp mi occupo di innovazione e startup.

Articoli correlati