A fare impresa si impara... a 5 anni

Insegnare a bambini in età pre-scolare a maneggiare denaro, gestire un conto ed esercitarsi con i prodotti finanziari: in Italia può sembrare curioso, in Asia lo fa Money Tree, presente al GEC. Il Ceo Michael Reyes: "La finanza è sempre più complessa, gli asiatici chiedono formazione sin dall'infanzia". Da noi spera di trovare partner e nuovi contenuti

GEC 2015

di Luciana Maci

Michael Reyes, founder e Ceo di Money TreeMichael Reyes, founder e Ceo di Money TreeAltro che lezioni di disegno, inglese o judo: a 5 anni si può imparare a fare l’imprenditore. È la filosofia di MoneyTree Asia Pacific, un’organizzazione asiatica che tiene corsi a pagamento di “alfabetizzazione finanziaria” e imprenditorialità anche per bambini in età pre-scolare. MoneyTree è presente con il suo founder e Ceo Michael Reyes al GEC 2015, il grande evento dedicato al mondo delle imprese innovative in corso a Milano.  E l’idea di insegnare l’impresa ai più piccoli è decisamente innovativa.

Fondata nel 2009 da Reyes, Money Tree è un gruppo di aziende presenti in Asia - da Singapore all’Indonesia, dalla Malesia al Borneo ad Hong Kong - con sede principale a Singapore “Siamo nati - spiega a EconomyUp il Ceo Michael Reyes - principalmente per mettere a disposizione di bambini e giovani adulti una piattaforma dedicata a fornire competenze e conoscenze necessarie ad affrontare nel modo migliore possibile il loro futuro in campo finanziario. Questo ci ha portato a una costante raccolta di contenuti che possono essere erogati sia durante sessioni face to face sia online".

Da qui la scelta di strappare (momentaneamente) dalle mani dei più piccoli bambole, pistole-giocattolo e videogiochi e dotarli invece di denaro, carte di credito e conto bancario. Con l’obiettivo di farli diventare i “geni finanziari” di domani: tanti piccoli Zuckerberg allevati non proprio dalla culla ma quasi.

A Singapore, per esempio, partirà il prossimo 25 aprile il primo Financial Literacy Programme (FLiP) di MoneyTree per la fascia d'età dai 5 ai 7 anni. Ogni sabato dalle 9.00 alle 11.00 gli scolaretti prenderanno lezioni di finanza. Ma in cosa consiste esattamente una lezione? Ai giovanissimi studenti vengono dati soldi in contanti, carte di credito, certificati di investimento. Dopo averli provvisti dell’"attrezzatura” necessaria, gli insegnanti spiegano loro le regole basilari del guadagno, della spesa e dell’investimento. Regole presentate  nel modo più divertente possibile e più adatto a questo tipo di pubblico.

È prevista persino l'esistenza di una banca (virtuale ma non troppo) alla quale gli allievi si possono rivolgere per fare praticamente qualsiasi cosa si può fare in una banca, compreso percepire gli interessi sui propri depositi.

Agli allievi verrà anche dato un lavoro e, come avviene nel mondo reale, dovranno imparare le regole della vita lavorativa: potranno così essere promossi, ammoniti o persino licenziati se non adempiono ai compiti prefissati.

Possono sembrare metodi singolari e forse un po’ bruschi nel nostro mondo occidentale che evidentemente ha adottato finora metodiche diverse per la formazione dell’infanzia, ma in quello asiatico sembrano funzionare. "Gli asiatici - spiega Reyes - sono molto attenti al denaro e alla sua gestione. Nella cultura asiatica, tradizionalmente, successo significa possedere più denaro di quanto sia effettivamente necessario. Negli anni, mentre i prodotti finanziari diventano più complessi e gli investimenti sembrano sempre più sofisticati, molti asiatici cercano qualcuno che possa formarli in questo specifico settore, per poter migliorare la propria situazione economica".

Perché Money Tree è al GEC in Italia? "Innanzitutto perché Singapore è il Paese ospite della Global Entrepreneurship Week a novembre 2015 - risponde il founder e Ceo - e poi per cercare partner che portino i nostri programmi nei loro Paesi o che aggiungano contenuti di valore alla nostra offerta".

Certamente chi vuole fare di suo figlio il Paperone di domani deve essere disposto a investire  su questo obiettivo: 10 lezioni di imprenditoria costano 500 dollari, più 50 di registrazione. Un po’ più di un corso di judo, ma potrebbe valerne la pena.